.
Annunci online


Add to Technorati Favorites



12 ottobre 2007

Da lettere a belly dancer e a brain model scripta volant lontano Nolita non ionia Bazarov e Krilla in più

Lettera per Carmela, belly-dancer al Village, & Nina, brain-model in viaggio

PIÙ DUE SPERATI RITORNI AL CANNOCCHIO
(Il nipote - prodigo di referendum - Bazarov e la nipote Krillix)
poi anche un Baz anticipante in coda al Rocking Auden Award 2007
Mie care. Il vecchio è screanzato quel tanto che basta a scrivere per tutte due le stesse cose. È un fatto! E d' estate mi siete tanto mancate.
Siete per me intercambiabili, quella che cammina arretrando/parlando muovendo le mani nel vento inaspettatamente asciutto di simil boulevard che sente di primo autunno, Woody Allen, 125ma st o bastione, l' altra con la fronte abbassata sul libro che sta leggendo in viaggio - in treno o in volo stessa cosa - e che ogni tanto alza la testa e nasconde un sorriso. Distinguo l' una dall' altra solo per piccoli dettagli visto che siete del sud e oceanine di opposte  sponde  parlate con lo stesso accento quasi toscano e perchè egualmente responsabili una del mio arrivo l' altra del mio restare tra i blogger(z).Vi scrivo di bloggin'. Vi intrigherà. Spero.

Blog(z) manent scripta volant, lontano:

L' orale sapiente, che sapeva volare oltre l' autoreferente degli scriventi leggenti, nel periferico quartierino di short memory ch'è il bloggin' dove nessuno legge i post di un'ora prima se secondi in homepage, ha ceduto le sue qualità alla stampa, agli scripta del giornalismo cartaceo. Sì! E non lo dico per simpatia, ma perchè ragiono in termini di "duro che duri".

Due esempi. Il primo, riguarda Krilla e Ann Coulter, la polemista. Krillix, ch'è a destra con la Brambilla, ogni tanto scrive di Ann sul blog: qualche commento e poi via dimenticandocene. Però il 9 ottobre, con 4000 battute per il Giornale sull' ultimo libro "If Democrats Had Any Brains, They'd Be Republicans", è riuscita a regalarci una Coulter "the left's worst nightmare". Questo regalo resterà vivo sul sito del Giornale perchè chi cercherà con Google.it "Ann Coulter" trovandolo lo leggerà, solo su un blog invece, perchè datato 9 ottobre 2007, sarebbe già stramorto.

L' altro esempio è di critica letteraria e riguarda un articolo del nipote Bazarov pubblicato dal Rifo il 7 febbraio 2007 (8 mesi fa!). Me l' ero perso ma Baz ha voluto aggiungermelo in commento nel post giocoso che prendendo due cavalli con una postata festeggiava il centenario della nascita di Auden nei giorni del trentaquattresimo della sua morte con un rockin' centaur dalla faccia di Wystan Hugh. Un vecchio articolo quello di Baz che metto qui sotto perchè voi due lo leggiate un po' impaginato. Un vecchio pezzo cartaceo che però a cinque ore dal taglia incolla ha registrato giù il primo commento sul post - è stata nefeli a farlo - che parlasse anche di qualcos' altro rispetto alle proprie giocate.


del 7 febbraio 2007
(Pezzo su "zio" Auden di) Antonio Funiciello

Quando poche settimane fa The Indipendent lanciò l’allarme, molti nel mondo letterario anglosassone si sentirono interpellati: l’Inghilterra ha già dimenticato Auden e le celebrazioni del suo centenario rischiano di passare in gran sordina. Il poeta le cui opera concorre al successo dei film inglesi (si ricordi la sua Funeral Blues in Quattro matrimoni e un funerale), l’autore della poesia 1 settembre 1939, che New York scelse di cantare per rimettersi in piedi dopo l’attacco dell’11 settembre («…l’indicibile odore della morte / offende la notte di settembre»), è stato già dimenticato dal paese che gli diede i natali, l’Inghilterra, e da quello che lo accolse come suo nuovo cittadino, gli Stati Uniti d’America: il percorso inverso di Thomas S. Eliot.

A consultare il sito della Auden Society (audensociety.org) però, quell’allarme non pare molto giustificato. Da York, dove è nato il 21 febbraio del 1907, e da Durham e Londra, attraversando l’atlantico verso New York , New Haven, e risalendo la East Coast fino in Canada, il mondo che parla inglese non sembra affatto essersi dimenticato di Wystan Auden. E l’impressione è che voglia ancora parlare con lui.

Berardinelli ha scritto che il poeta Auden è soprattutto un uomo che parla e la sua poesia non è che un continuo commento alla realtà. Una tale, audace consapevolezza del distacco plastico tra linguaggio ed essere, un tale oggettivo ribaltamento della prospettiva estetica heideggeriana, ha avuto un’eco che ancora oggi si avverte in molta poesia contemporanea. Per quanto, in verità, i poeti d’oggi vivano generalmente questo distacco con un’immediatezza stilistica e un pressappochismo retorico che non sarebbero affatto piaciuti a Auden. Il suo relativismo estetico è difatti profondamente pensato. A leggere i suoi saggi editi in Italia da Adelphi (anche le recentissime e brillanti Lezioni su Shakespeare) ci si accorge di quanta poca fiducia egli riponga nella possibilità di essere compreso, di come anzi la conoscibilità dei suoi versi sia l’ultima delle preoccupazioni che agitano il suo animo di poeta. Auden vuole che la sua poesia parli agli altri e immagina che ciò sia possibile proprio a scapito della comprensione.

Da Eliot aveva imparato, dopo essersi agilmente sottratto al pantano ideologico (mezzo freudiano, mezzo marxista) dei primi anni, la lezione sull’impersonalità dell’opera d’arte. Ma mentre in Eliot essa è la premessa ad una ontologia estetica che finisce (ambisce) spesso a perdere i contatti con la realtà e si eleva su un piano superiore per legiferare, in Auden resiste ad ogni mistica forza o debolezza. Per lui la poesia è impersonale perché il significante ha molto meno che fare col significato e la sua comunicazione di quanto la semiotica pretenda. Questa vertigine che condivide il poeta in bilico come un saltimbanco sul filo teso che sovrasta l’abisso tra linguaggio e realtà, consente ad Auden di non perdere mai quella prodigiosa ironia che ha imparato da Kierkegaard e che Eliot smarrisce nella cristologia dell’ultima fase della sua opera. Così può schernire Shelley e i suoi “misconosciuti legislatori del mondo” «che può essere la definizione dei membri della polizia segreta, ma non quella dei poeti».

Auden è veramente un poeta diverso. La sua poesia è un lungo, ininterrotto discorso, che può modificare per strada tono e finanche registro, per quanto riesca a non infrangere mai la sua costitutiva unità discorsiva. Il poeta parla ai suoi lettori sapendo di avere interessi differenti dai loro, interessi che possono coincidere solo per caso, ma è in fondo meglio per tutti che non coincidano mai. Gli interessi più vari animano una poesia irregolare in maniera regolarissima, che mentre dice, si pensa, e fa tesoro nel prosieguo della sua meditazione. In questo Auden somiglia molto a Bellow: un narratore per cui la riflessione è costantemente congruente alla rappresentazione. Non deve sorprendere l’accostamento tra prosa e poesia. Perché il discorso poetico di Auden è prosastico, sebbene intenda sempre fare felicemente i conti con i modelli e le prescrizioni della metrica: «Benedette tutte le leggi della metrica che vietano risposte automatiche: / ci costringono a una riflessione, liberando dalle pastoie dell’Io».
Esattamente quello che poco si fa oggi. Picasso arrivò a dipingere come Michelangelo, prima di scontare l’insoddisfazione per la figura e il suo universo di significati, che non gli comunicavano più un senso. Solo allora si diede a scomporre quell’universo di forme per ricomporle a suo piacimento e rinvenire il senso perduto. Auden fa lo stesso con le leggi della metrica. Le conosce così perfettamente da potersi adoperare nella loro dilatazione con tutto il vigore di cui è capace. Ogni sua composizione è un anello di gomma di cui egli sperimenta fino allo stremo l’elasticità. E il miracolo di Auden consiste nel riuscire a provare la capacità elastica di ogni singola poesia fino a intrecciarle l’una con l’altra, come una catena, per garantirsi al fine l’unità del suo discorso poetico.

«E gli scrittori in politica?», gli chiese Michael Newman in un’intervista rilasciata poco prima di morire. Risposta: «L’arte non può nulla. La storia politica e sociale d’Europa sarebbe la stessa anche se Dante, Shakespeare, Michelangelo, Mozart, eccetera non fossero vissuti. Un poeta, in quanto tale, ha un solo compito politico: quello di dare l’esempio nell’uso appropriato della propria lingua madre». Il poeta è l’individuo che per definizione non può cedere alle lusinghe della realtà. Parafrasando Pessoa, Auden sembra dirci che la sua patria è la lingua inglese e la sua intera esistenza si è esaurita nell’esercizio dialogico istituito dal monologo discorsivo della sua poesia. Forse Auden attende che gli si risponda, che ci si incarichi di ricambiare l’attenzione che egli ci ha rivolto. La sua poesia è la prima lunga battuta di uno scambio che deve ancora cominciare. Uno scambio iniziale, come quello dei due primi ateniesi curiosi l’uno dell’altro, che conversando amabilmente nell’agorà considerarono l’ipotesi che l’altro, a differenza di sé, potesse essere nel giusto. Lì cominciò quello che oggi, seppure con tanta fatica, continuiamo a chiamare Occidente. A cento anni esatti dalla sua nascita, l’ironia di Auden suggerisce che a quel dialogo iniziale bisogna tornare e in esso sostare a lungo: «Si parla con persone a cui si ha qualcosa da dire: in questo modo le cose filano più lisce. E io credo che il prerequisito fondamentale della civiltà sia la capacità di condurre una conversazione educata».



Care Nina e Carmela
Vi penso 'sedendomi' accanto a una Solitaria figura a Teatro davanti a un sipario calato, quella cosa grigio argento larga un palmo ch' è a Whitney Museum e che di Hopper è di gran lunga il mio quadro preferito. Una figura buona almeno per noi tre e nella quale anche tu Nina mi hai confessato di identificarti. Quadro che solo io in Web metto così grande e qui: largo la metà dell' originale. (US Code, Title 17 which allows..)







Con fiato/gia[z][z] niuiorchese - so che vi piace - hugz' n' kisses dal sempre vostro (di voi due intendo) Coon
Soppy Raccoon - Schmalz dealer since 10/4/2004.
Arbutus berries (corbezzole), jujubees (giuggiole)
near RIOC, 59th St. and 2nd Av. NY 10022.
Roasted chestnuts, Carmine St. NY 10014.

E se non volete far wallflower lo balliamo..

Gerry Mulligan Lonesome Boulevard Wallflower 




Aggiornamento Partito Democratico:
per il gran successo di Walter e Dario
billy the coon ci mette anche la faccia
clicca e commenta qui!













7 agosto 2007

Sunday Coon Cooltura. Agosto blog mio non ti conosco però un post te lo do (perdendo lo yarmulke nel trambusto).


Cooltura estiva '07

Reviewz, Critical Essays, Horses & Politics.    Year II, N. 5 – summer 2007      
Nel numero: Tra ficamaschia e cannaiola. Blow me: L' età sta uccidendo il cinema del '900.it . Sagre Mare-Monti. Krillix è meglio di tutti. Primarie e donne e ggiovani. Libri: dritte di Nina al Coon e le traduzioni patologiche.

.1 Feste & Sagre,
coca e puttane


Agosto buono. Sagra della Ficamaschia dorata Porto Ercole, rassegna Cinema Estate Capalbio, Rodeo della Rosa Alberese, Sorrento Cheese Summer Mulberry Street Pedestrian Mall in Little Italy NYC, Calici di stelle Pitigliano, Fuochi Piro-Musicali Enel, le Feste del Vino della Tuscia a Montefiascone dopo cannaiola a Marta e Baccalà per la 16ma volta a Magliano.

Chi è nato in case piene di libri letti e ricordi di bisnonni a tirar su coca al casino, chi sangue e suerte han dotato di bei modi antichi e bei tratti avvenenti, chi ha testa, palato e charme si godrà il macellaro (mogli accanto al Cayenne: passami la carta da culo!), il calciante in milionaria disartrìa e il politico da castigata provincia che col voto ha cuccato viagra e affinamento capitolini en brothel con sniffata e dispendiosa-fantasiosa marchetta.

Guardar mosche ingozzarsi di merda diverte quando non si è sottovento, però son meglio le sagre maremmane, un libro, un concerto, un film e una bella avventura con l' acetato Woz, Lofu o Crocs che ti si plasma al tuo piede. Nel cielo, proprio sopra lo schermo, sciami di perseidi stellanti e cadenti. Chi vuol andare in Smeralda o a Riccione non sa, non sa, non sa.

Buon fine agosto dal Sunday Coon!
FERIA D'AGOSTO
..
Ma ben la grazia onde succinge il giallo
bisso e i sandali scopre è maraviglia
(porta anelli d'elettro e di cristallo
alla caviglia)

mentre il suo capo sottilmente ordito
piega, ove ferma un lungo ago l'intreccio,
fulvo come i ginepri che sul lito
morde il libeccio.

Rugge e odora il ginepro nella teda.
Or configgete in terra acceso il fusto.
Flauti silvestri, e il nume vi conceda
il tono giusto.
... (gd'a)

UN BUON LINK:
COMITATO WALTER VELTRONI: www.lanuovastagione.it

Feria d' Agosto
 -Alcyone-
con un click qui!


.2 Ma Krillix è meglio di tutti


--- C'è chi prescinde con stronzate terziste e chi è smemorato lecchino per lettore cretino di parte. Vuoti a perdere per raccolta differenziata. Ma c'è krilla che salva la faccia anche a te: LEGGI QUI!

Comunicazione personale: Nipotina la Padania ha cancellato la pagina del tuo link!


.3 domande secondarie, sulle primarie, che ti fa il coon.


.3a Primarie, donne e giovani?.


Tu vuoi spiegarmi perchè s'io fossi donna
dovrei votar Bindi e s' io fossi giovane dovrei votare Adinolfi?


.3b Tra Montecatini e Poggio a Caiano
son meno di 40 km. Mi rassegno?



Stando ai dati che ti ha ricordato la Jap del
Rifo (Anna Momigliano) per il "tuo" Obama
e il "mio" McCain non c'è trippa per gatti
tanto che John sta forse gettando la spugna.

In modalità fox & grape: Rudolph Giuliani è
di Montecatini che sta a meno di 40 km dal
Poggio a Caiano del "mio" Philip Mazzei. Cosa faccio, mi rassegno con un "Forza Giuliani!"?


.3c Tormentoni?


Per me Dario Franceschini è occhei. Per quale stramaledetta ragione dovrei preferirgli Letta?


Le gentili risposte di blogger e/o commentatori pubblicate qui a fine agosto 2007 entreranno nel background e fors' anche nel comune sentire dei blogger(s) democrat della corrente liberal.




Pierino è la Lobby demo-pluto-giudaico-massonica-negra-omosessuale-e-comunista, alalà!

"Don Pierino Gelmini si corregge e sulle accuse alla lobby ebraico-radical chic dichiara:
«se l'ho detto mi è sfuggito perché io intendevo dire massonica radical chic. Chiedo scusa agli ebrei perché io ho molto rispetto e molta considerazione per loro»".

Dopo aver segnalato il post di Malvino il Sunday coon augura una pronta guarigione al vecchio ex-carcerato (Pierino non Malvino).

Da LA STAMPA: La vera storia di don Pierino "Quattro anni passati in carcere"
Milano, 5 agosto 2007 - C’è stato un altro don Pierino prima di don Pierino. Un prete che ha sempre sfidato le convenzioni, ma che di guai con la giustizia ne ha avuti tanti, ed è pure finito in carcere un paio di volte. A un certo punto è stato anche sospeso «a divinis», salvo poi essere perdonato da Santa Romana Chiesa. Segue cliccando qui!





.
.5 I romanzi. Perdendo lo yarmulke nel trambusto

Ti confesso che oramai leggo poco chi non ha precedenti israeliti perchè chi "tien testa" mi piace e chi "asseconda" mi annoia. Però mi ero perso il bruclinese d' adozione Jonathan Safran Foer - ch'è classe 1977 - sospettandolo affetto da sindrome giovanilistica: sesso-droga-rap poi con quell' enfasi minimalista che tanti giovani hanno e che mi fa venir voglia di prenderli a schiaffi. Dove non eran riusciti un vecchio Jewish Book Award e un Guardian First Book Award l' ha avuta poi vinta a luglio l' insistenza di Nina. Ecco perchè mi son trovato a leggere (trad.) "Ogni cosa è illuminata" cinque anni dopo Christian Rocca per passar subito all' Huckelberry Finn post Twin Towers di "Molto forte, incredibilmente vicino" a due anni dall' uscita.

Ma è delle traduzioni che voglio parlarti tirando dentro un libro 2007 "La fortuna dei Meijer" di Charles Lewinsky ch'è buon libro da spiaggia serale già segnalatoti. Sospetto che Valentina Tortelli traduca Lewinsky dalla lingua di Heidi - ti sorridono i monti e le caprette ti fanno bleah!- il Schweizerdeutsch che non conosco, però la strizzata di palle dei tanti corsivi yiddiscianti con asterischi e glossario attaccato al culo poteva risparmiarcelo! E invece no. Ma la colpa non è della brava Valentina è del lettore medio. Quando era ragazza la nonna faceva fico inserire parole in francese anche banali (tipo maison per casa) oggi invece il lettore si sente più coltivato se trova cagatine in yiddish o in ebraico. A questo ci porta la sindrome perniciosa filo-giudaica dignosticata dal mio venerato vecchio Maestro Ezechia Mestre, Cantore anzi Hazan (lo so l'ho già citata mille volte!).

Massimo Bocchiola che è anche traduttore del recente "Viaggi nello scriptorium" di Paul Auster, nel primo romanzo di Jonathan Safran Foer fece invece un lavoro sublime - e inverso rispetto a quello di Valentina - traducendo in italiano lo sconclusionato inglese dell' ucraino Alex: leggi o rileggi "Ogni cosa è illuminata" e tieniti accanto l' originale "Everything Is Illuminated" prestando occhio attento e amoroso per Max Bocchiola!

Poi sempre per colpa di Nina ti propongo un' altra riscoperta o rilettura con cinque anni di stagionatura. È "Le correzioni" di Jonathan Franzen che come Foer si chiama Jonathan e è niùiorcher d' adozione (sta in Upper East Side) ma il comune finisce lì. È uno dei tanti che mi ero perso e che leggo per la prima volta tradotto da Silvia Pareschi. Franzen cominciò come sismologo e chi come me ha avuto una carissima amica geofisica in NYC sa che quei tipi così riescono poi bene in qualsiasi altra cosa facciano..

Nina a settembre mi leggerò anche Strong motion e Twenty-Seventh City con vent'anni di ritardo. Grazie!
...

Isabel - bella e carissima - da Albany invece mi scrive: «xoxoxo sscerì sul tuo blog non hai mai parlato di David Loeb Goodis eppure il suo Street of No Return lo adoravi..». Isabel hai ragione! È ancor più grave quest' anno perchè Fanucci è arrivata al suo sesto libro: La ragazza di Cassidy. In realtà volevo dedicare a soppy Goodis un intero Sunday Coon Cinema deivs-truffoltiano ( e indiana-sogniebisogni sa il perchè)  a 40 anni dalla morte. Lo farò a settembre o a ottobre. Lo prometto. Tuo coon.



Note:
1. Le risposte alle 3 domande secondarie sulle primarie saranno pubblicate a fine agosto o ai primi settembre su philipmazzei.ilcannocchio.
che è uno dei blog di corrente liberal nel partito democratico

2. questo numero estivo non ha rubriche arti visive, cuisine e cuori solitari (cova l' alcova) per sfogo ferie dei redattori addetti

3. Giusto per "agevolare" il post di Maria Pia (leggi colonna a destra e forse capirai) abbiamo iùtub-linkato Jersey Girl con Bruce Springsteen anche se la preferiamo nella versione cantata da Waits che però non è nato in NJ. Clicca giù:

.4 SCHIATTA
MUORT'
Rubrica cinema


Morti Antonioni e Bergmann, salute a noi!

Forse i critici no ma le redazioni van migliorando. Per la morte di Michelangelo e Igmar hanno finalmente scomodato detrattori (Il riformista squisito evocando il fantasma del caro Mario Soldati).

Il Sunday coon su Bergman non dice non avendo mai tollerata la faccia da pesce ipertiroideo del Von Sydow, su Antonioni invece ci si pronuncia con un detto e contradetto di Billy the coon il cugino cowboy e part-time bounty killer del Soppy Raccoon: " Se non fosse esistito Antonioni io a
vent' anni non avrei speso
un' esagerazione per comprarmi
l' Hasselblad".




BLOG-NEWS
Segnalazioni


Brucaliffo che in questo numero è segnalata due volte picchierebbe a fin di bene giudici di Cassazione: CLIKKA QUI!


Ann in Feministing.com ti propone Uterundies, le mutandine politicamente corrette CLIKKA QUI!


Aronne, l'apapista a un terabyte che trascuro troppo,
amaramente riflette su gay(s)
ecclesiastici e Colosseo:
CLICCA QUI!


Vulvia (fuori tempo massimo) si candida alle primarie del partito democratico: il punto più alto del suo programma è la valorizzazione della vecchia edizione del Monopoli
(quella in lire non in euri). CLIcK QUI!


Maria Pia, italo-svizzera in Lower East Side Niùiorche interviene sul tormentone dello Stato dei Poeti: basta torti da New York!
(L' anno scorso lo avevo fatto anch'io però lei lo fa meglio e per giunta in francese) CLIKKA QUI


È online su Philipmazzei.cannocchio un
nuovo post bout La Nuova Stagione . it
Il sito del comitato Veltroni: clicca qui!
Clicca Aitub e vedi il mio youtube account: Musica, cinema e animali.























sfoglia     settembre        novembre


Ultimi post. Profilo di raccoon.
    Visto 1 di volte dal 4 ottobre 2004


RACCOON, caldarrostaro.
PHILIP-MAZZEI, Politica - Politcs.
CHAT, Gossip(z) & Chat(s).
AOL journals: HAYEDID

al Central Park adesso

RUBRICHE
Diario
cronache merovingie
Feste e anniversari
Mangia Fast prima che te lo freghino quelli di slow food
I venerdì asburgomarxisti
Humour e ennio flaiano di pelouche award
Sondaggi e mini poll
Sunday Coon Numeri arretrati
RIA raccoon intelligence agency
Lettere a una belly dancer
Comme te llaggiadicanuneccosa
If you dont want it posted dont let it happen.
Portorosa Hotel
lettere a qualcunaltra
GIOCHIdiBLOGGERZ
Non diffamare questo blog: non è una testa giornalistica.


Miss Liberty - adesso - direttamente da Brooklyn.
click qui! per ingrandire.
.



I miei video Youtube:


DISAGGREGATORE DI BLOG Platypus Blog con link personale arbitrario se ti intriga puoi metterlo anche tu con il link che ti garba di piu

DISAGGREGATORE DI BLOG Raccoon Blog con link personale arbitrario se ti intriga puoi metterlo anche tu con il link che ti garba di piu


Feed RSS di questo blog Reader Feed ATOM di questo blog Atom







My blog is worth
$ 40 082.34

una miseria dice il coon
How much is your blog worth?
quanto vale il tuo blog?
clicca qui!


     
.LINKS
» Thomas Jefferson
» NIAF
» U.S. Senator John McCain
» Eliot Spitzer NY State 2006
» Italian Commonwealth
» IAWA it-am writers
» Garrison Keillor
» Wall Street Journal
» Robert De Niro
» John Perry Barlow
» American Mason NY
» Walter Veltroni
» Philip Roth Society
» Libertà Eguale
» Bettie's measurements
» PHILIP MAZZEI
» CIA Gov.
» Mossad Gov
» James Ellroy's world
» world of warcraft
» Valerio Evangelisti
» Massimo D' Alema
» Cossiga
» TOM WAITS
» Indro Montanelli
» il foglio basta: Vernacoliere!
» humphreybogart
» Nick Tosches
» Freud Museum
» Diana Krall
» Gadda Studies
» Franz KAFKA Bio & Pics
» NASA ERC ccny cuny
» WINONA RIDER movies
» Vittorio Zucconi
» The W. H. Auden Society
» LM libMagazine
» Michel Serres
» Nietzsche poems
» Lin Pao poems
» CAI GUO-QIANG
» Internet archive
» MELOGRAMMI
» GOLEM
» Hara Kiri
» OVER THE HEDGE
     
-- Blogz --
cult & nepotismo:
  • Blog di Walter Veltroni
  • sogniebisogni (hipster)
  • bazarov (il nipote)
  • krillix (la nipote)
  • Gianky mago a Giava
  • Fedelico Lampini (L=R)
  • Attivissimo: no-bullshit
  • Francesco: Il Nardi
  • LYKAIOS, latitante
  • Aussie bastardo Scarfiotti

  •      
    North America
  • NYC bloggers map
  • PAJAMASMEDIA
  • wobegon: Mist County
  • sogniebisogni, Bloomington
         Indiana, revisionista
         froidiano fancaprista

  • BLUE RACCOON,
         Richmond, Virginia,
         Harry Kollatz, actor,
         writer, journalist.

  • brucaliffo Commonwealth
         of Pennsylvania JAP

  • Scott Esposito's Typepad
  • mariapia in Lower East
         Side, Suisse-IT-NYC

  • nyc.metblogs
  • Jessica, Vanessa, Ann,
         Samhita, Celina, Jen

  • chrisdiclerico professional
         amateur

  • anellidifumo Toronto
  • jewishatheist
  • Martin Fuchs (Bronx)
         photoblog

  • Maude Newton NYC
  • Raccoon Chronicle
        Sarah, Orange County
  • Jeremy Lipking
  • Armani Gin
        tunio
  • Jeremy Lipking
  • MIT PressLog
  •      
     
    5 FINTI ETNICISMI
    .1 Blog Parte-nopei
  • francesconardi: o' Nicce
        'e Palazzo a Spuntatore:
        "Uagliu', capimmece: o'
        polonio nun v'o' putite
        fuma'."

  • Alcestis (Nausicaa)
        Chilla do' Nicce.

  • giorgiodasebenico SOCIO
  • egine milanesenonanapoli
        CONSOCIO

  • pasqualedigennaro poeta
  • Studium (F) taglia 42
  • raissa puro wit
  • miele98 hun
  • ciromonacella ' munaciell'
  • La nonsolorossi
  • tantorumorepernulla
  • bloggerperfecto marzia
  • Il blog del pensatoio
  • Vulvia ora et labora
  • Saranno troppo famosi
  • ARONNE APAPISTA
  • Teresa
  • CuncettaMente, Concetta?
  • FRANCO CUOMO,
        interfaceworld


  • 2&3. Etruschi &
    liguri-provenzali
  • vecuvia la vulciana
        concittadina di Clooney

  • ERASMO Desiderius
  • INOZ buttero economista
  • revanche WALKA
         il ligure-provenzale

  • SECONDLIFE Nina
  • 1PS unaperfettastronza
         ma lo dice lei

  • venere belle immagini
  • pantoufle Maimoni
        Sinis in Toscana

  • Prof. Dago-bertis
        Psicopatologo
        dell'Università
        di Jena

  • Red.Cac. & Erasmo

  • .4&5 Sionismi, diaspore &C
  • LA esperimento di dialogo
  • brucaliffo the JAP
  • jewishatheist
        Former Orthodox

  • ilblogdibarbara ex-cognata
  • lilit Persia
  • nasigoreng south-east
  • liberaliperisraele news
  • ilpunto equilibrio
  • ilsignoredeglianelli
  • devarim sul monte
  •      
     
    Think Thank Roundtable
  • LE SPECCHIO poetico
  • bazardelleparole Gadda
         de' veneti

  • Marcoz il fine giustifica
        il me

  • topgonzo
  • ECO DI SIRENE
  • anniehall Valeria Paris
  • I ciechi con l' elefante
        ALBA in blogspot

  • nocturama'z new-blog
  • gialloenero the best
         gal noir noir

  • unafacciainprestito
         contiana dalemiana

  • NEFELI dal Tom Wait'z Bar
  • jacobandtheangel
        l' angelica Uzi

  • bluewitch blog oasi
  • serafico e sapiente
  • botteghecolorcannella
  • attentialcane
  • mangoroso buone recipes
  • muffin la gateau radical
  • aegaion neo Sarah
         Bernard animalista

  • IOESISTO un bagno
         a Is Arenas

  • massimocoppa un
         buon giornalografo

  • professionespia
  • senzafreni2 lavendetta
  • rikkMoCinema
  • Alice desaparecidos
  • EMMA Milano Valencia
  •      
    Trowels, Mazzini, Garibaldi & affini
  • clos e cinema cinema
  • sagredo in bicicletta
  • agiamo! Monica, l' arte.
        Lombarda per Sgarbi

  • Vittorio Sgarbi, artista
        della critica d' arte.

  • martinrua bro napulitano
  • lucabagatin hi Garibaldi!
  •      
    Politicanti in Politics
  • The DEMOCRATIC
        Party Blog

  • GOP BLOG
  • Gianni Vernetti
        Sottosegr. agli Esteri

  • VIAGGIO.. l'inizio di un ..
  • aldotorchiaro ALDUX
  • POVEROBUCHARIN
  • VALERIO PIERONI
  • ricordiamocene Jac
  • champion Milano
  • MARIAGRAZIA
         dalema&gadda

  • valmadlene (Lagavulin)
  • the right nation Sindaco
  • PA "... strada sbagliata
         per nobili motivi"

  • arsenico & Hi-Jack buono
  • baol Terrific!
  • quartieri (bassifondi)
  • vaicolmambo multi-blog
  • titollo
  • KILOMBO metablog
  • TOQUE-VILLE metablog
  •      

    Clicca sopra: vedi e ascolti
    Times Square adesso!

    SUNDAY COON MEMORABILI
    .1 USA: TURISTA SIENTA'AMME!
    guide
    ¿ N°1O Click? Dal Montana (aprile 2005)
    Impara tutto su Big Sky Country, lo Stato cinema-cinema che lega Presidenti e mangia carni piemontesi e toscane. In più impari l'arte.. E le migliori webcam dello Stato più bello d' America. Poi con St. Mary webcam puoi vedere dal vivo gli Elk (è il cervo americano) Click!

    ¿ N°7 dal Connecticut(febbraio 2005)
    Philip Roth stanato
    sul lago Waramaug. Foxwood il più grande Casino d'America e Pequote (non Mohicani) gli Indiani più ricchi di US Click!


    ¿ N°9 da South Dakota (marzo 2005)
    Da Eagle Butte a Mt Rushumore facendo gli indiani con Crazy Horse che è sosia di Marco Pannella Click!

    ¿ N°8 San Valentino 2005
    a Manhattan, ma tu senza belly-dancer.
    E Love potion secondo gli uomini medicina Soshone, Algonquin, Mowak, Cherokee, e Passamaquoddy: La Filipendula rubra o Queen of the prairie che in più è anche meglio di Viagra. Click!

    ¿ N°14 dall' Oregon (settembre 2005)
    l' unico stato con bandiera double face - Marcello Pera vince sulla Mora - e che ha sindaci marxisti Click!

    ¿ N°15 dal Minnesota
    numero ridotto. Ma conoscerai lo sheriffo di Mist County e le prese per il culo di Garrison Keillor. Click!

    ¿ Breve supplemento da Wyoming
    Wind River County, alci & shoshones & arapaho. E se sei anticaccia stai contro gli indiani. Click!
    .2 SUPPLEMENTO GRANDE CINEMA:
    (recensioni)
    . In assoluto i due migliori film di Natale della storia del cinema: volendo bene a un raccoon in tutte le lingue del mondo financo nel cerchio della morte.

    . Maialate all' ordre du jour: sesso e "Pussy for dummies".

    Omaggio e dritte su Artie J. Mitchell e il suo "The Grafenberg Spot" del 1985 e a Michael Beckerman (Michael L. Raso da Jersey City NJ) presidente dell' ei Independent Cinema. Poi apoteosi per Vicky Vickers , aka Raven, porno diva preferita dai coon.




    . "Il Caymano" ovvero Affida una lacrima al vento (2004)

    L' esordiente (in italo belga nato in sud Tirolo, grande attesa tra le voci antiche della canzone dell' emigrazione. Con echi di Mino Guerrini: "Riuscirà l'avvocato Franco Benenato a sconfiggere il suo acerrimo nemico il pretore Ciccio De Ingras?" del 1971).




    . Le donne e la Famiglia nel festival di Joskinville 2006: Le Marie Antoinette e le dolci nipoti Sissi delle M.me Bovary



    . Silent Movie 1976 e la campagna elettorale 2006. Would you mind dancing with a mild-mannered pervert?

    .3 SUPPLEMENTI COOLTURA ALTA:
    Data under construction
         


    "Ci dovrebbe essere un
     Lower East Side nella
     vita di ognuno di noi
    "
    Irving Berlin
    ***

    "... di quel lower east side 1910 che non fosse segnato...
    il rettangolo compreso fra la Bowery, East 4th Street, Second Avenue e East 3rd Street contava quattro saloon, cinque caffè, due club, tre teatri .....
    America e Germania e Irlanda e Italia e Russia e Cina, protestanti e cattolici e ebrei e confuciani, inglese e yiddish e tedesco e italiano e cantonese ...
    dove per tanti anni aveva abitato il poeta W.H. Auden e nell' immaginarlo ciabattare - i piedi doloranti nelle grosse pantofole - attraverso le stanze ingombre di libri del suo appartamento, preso dalla stesura del libretto per il Rake' Progress di Stravinskij , o navigare britannicamente distaccato - la faccia rugosa, ogni linea un verso - nella psichedelica confusione degli anni sessanta , in quello che per lui era sempre stato il "Lower East Side" e mai l'"East Village"; e poi nello scoprire che , nel 1917, nel seminterrato dello stesso edificio, c'erano stati gli uffici del "Novy Mir", pubblicato a New York da tre esuli di nome Nicholaj Bucharin, Alexandra Kollontaj e Leone Trotskij, e nell' immaginarmi il fervore di vita politica cinque gradini sotto il livello della strada, l'entusiasmo irrefrenabile alle prima notizie dei moti rivoluzionari..."

    da Mario Maffi
    NEW YORK,
    L' isola tra le colline

    Feltrinelli 2003
         
         


    A coonz' Anthem:

    ¿UN CLICK PER ASCOLTARLO!

    ***

    "... Well the smart money's on Harlow and the moon is in the street
    And the shadow boys are breaking all the laws
    And you're east of East Saint Louis and the wind is making speeches
    And the rain sounds like a round of applause
    And Napoleon is weeping in a carnival saloon
    His invisible fiancee's in the mirror
    And the band is going home, it's raining hammers, it's raining nails
    And it's true there's nothing left for him down here

    And it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time

    And they all pretend they're orphans and their memory's like a train
    You can see it getting smaller as it pulls away
    And the things you can't remember tell the things you can't forget
    That history puts a saint in every dream

    Well she said she'd stick around until the bandages came off
    But these mama's boys just don't know when to quit
    And Mathilda asks the sailors "Are those dreams or are those prayers?"
    So close your eyes, son, and this won't hurt a bit

    Oh it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time

    Well things are pretty lousy for a calendar girl
    The boys just dive right off the cars and splash into the street
    And when they're on a roll she pulls a razor from her boot
    And a thousand pigeons fall around her feet

    So put a candle in the window and a kiss upon his lips
    As the dish outside the window fills with rain
    Just like a stranger with the weeds in your heart
    And pay the fiddler off 'til I come back again

    Oh it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time
    And it's time time time, and it's time time time ...


    Time, Tom Waits:

    UN CLICK PER ASCOLTARLO!

         
    .
    Winona Rider















    philipmazzei.ilcannocchiale.it:
    Users online

    chat.ilcannocchiale.it:
    Users online