.
Annunci online


Add to Technorati Favorites

Lettere a una belly dancer

8 marzo 2009

a volte ritornano però cambiati, lettera a...

And you linger like a haunting refrain
ma non paziente come una delle cavalle


Mia cara
. Quando meno te l' aspetti, blog dato per morto dopo buoni propositi puntualmente -e per tre mesi- disattesi, eccomi qui con le vecchie tiritere. Ma forse no. Manca molto rispetto al passato. Mi segnò la chiusura di raccoon / storico-settler / iùtub, costruito con pazienza, ch' era oramai in conflitto con la policy 2008 post annessione di gugl. Manca anche la voglia di scrivere. Sarà l' età, la miseria in borsa oppure lo stare sempre di più con le bestie: scontata condanna per l' urbano che si sognava yokel.

.1 "...Facciamo un po’ di letteratura / con la miseria della mia bravura…" à bientôt facebook! L' opposto in feisbuc. Lì ti prendono voglie di fuga dai contatti, dalle abitudini -non farti scappar da ridere- 'digitali', da ogni frusto artificioso stilema, dal non profumante degrado di ciò che fu cité à l’ordre du jour feisbucchianamente riconvertito in rappel -dest/sinist- à l’ordre 'linkante', autoreferente e con l' insensata mascherina del colto e del saggio. Poi c'è il privato bamboleggiante degli stati d' animo-corpo e/o anglosassone di weather, ti sei "svegliato bene" ? hai "fatto la pappa"? dove stai tu "piove"? o "c'è il sole che sente di primavera"?: ma cchi-sse-nne-ffotte! ;)

.2 Anche la politica ci/mi azzoppa per via degli alti e bassi di un bipartitismo minato da patologie molto molto diagnosticabili e proprio per questo forse incurabili. I due polli. Quello di destra allo sbando di un padre-padrone che alla fine del mandato avrà due dico due anni di aspettativa di vita, quello di sinistra in fregola da reciproca delegittimazione con abiure pubbliche dei rispettivi passati poi prontamentemente rivendicati -pissi pissi bao bao- quando si trovano a due a due massimo tre ex sodali. In più ancora a sinistra -peggio che peggio- si consolida la modalità vipera fratricida della tradizione del PSI quella per cui al cronista che avesse voluto conoscere l' inconfessabile di un qualsiasi capocorrente sarebbe bastato telefonare al capo di un' altra corrente o al numero due della sua. Su tutto i tromboni della stampa assistita, dall' infimo clone bergamasco del grande di Fucecchio, ai fustigatori della casta carburati con contributi
statali, al buffo mini-aggregato tafazziano del rifo.

.3 E torna in cronaca Over the Hedge: Mar 07, 2009. Hammy in Oneida County?


"Squirrel zaps power from 8,300 Oneida County customers"...Karen Young, a representative from National Grid, said the outage was caused by a squirrel that climbed into the substation in Walesville... (click here / UticaOD news and information for the Mohawk Valley).

perciò carissima
eccomi qui pronto a ricalciare l' antica lattina (quella della pic giù) almeno sul blog che di viaggi ne ho abbastanza. Stanotte pensandoci mi figuravo il raccontino di uno sbattersi dentro per caso con non scontate dinamiche "di due messi lì" a parlarsi senza ascoltarsi. Svanire è la forza dei sentimenti buoni e cattivi e della passione, bastano dieci anni perchè si sappia ricominciare a vedersi godendo del suono delle parole dell' altro, occhi negli occhi, pensando come al solito solo a se stessi.
Prendendomela calma forse riproporrò giochi come in passato ai pochi clandestini di 'soscial netuorch' rimasti a bloggare e come d' uso anche per farti divertire. Però nei dieci anni di aspettativa di vita che restano a me ...I say to myself: get a hold of yourself / Can't you see that it never can be?...

have a magic in yr life
mich

...
And I find you spinning round in my brain
Like the bubbles in a glass of champagne.

You go to my head
Like a sip of sparkling burgundy brew
And I find the very mention of you
Like the kicker in a julep or two.

The thrill of the thought
That you might give a thought to my plea
Casts a spell over me
So I say to myself: get a hold of yourself
Can't you see that it never can be?

You go to my head
With a smile that makes my temperature rise
Like a summer with a thousand Julys
You intoxicate my soul with your eyes
Tho I'm certain that this heart of mine
Hasn't a ghost of a chance in this crazy romance,
You go to my head.


Moonstruck

nota: come sempre qui ogni immagine è appropriato link
Marzo 10 AGGIORNAMENTO SUL REGRESSO
CON VARIE ED EVENTUALI!
PS.

.1 Avendo scoperto che i vecchi numeri del Sunday Coon 2004, 2005
-per esempio quelli di Turismo fai cummammé in basso nella barra a destra- mai furono cancellati dal Cannocchio che si limitò invece a cambiarne il percorso sul server, per la gioia di chi ama il vintage il Coon si è limitato a mettere i link corretti a Montana, Connecticut, South Dakota, San Valentino 2005 a NYC, Oregon, Minnesota, Wyoming e alle antiche recensioni del sunday coon cultura.
Chi è interessato scrolli e sulla destra troverà 'apdeitati' i click che ho appena citato!
 
.2 Qui obblighi di catena liberamente presi con sogniebisogni a gennaio.

NOSTALGIA CAROGNA.

Cinque cose da non dimenticare

- Invecchiando continuare a distiguere il sapore delle ciliegie, delle amarene e delle marasche "rubate" lungo i sentieri dell' infanzia.
- Il sarcasmo e la miscredenza delle battute del nonno poi anche come sapeva condirle con affetto sorridente tra i baffi.
- Il profumo della battigia durante le basse maree sigiziali, sopratutto quando è primavera.
- L' orologio sul primo binario della stazione di Narbonne.
- Una signora oramai anziana -come me- in quel giugno del 1982 mentre cantava appunto a voce bassa "la vie en rose" sugli scogli di notte dopo il gelato.

Cinque cose da dimenticare
- (daccordo con sogniebisogni) Il mondo ipocrita e fasullo prima di internet.
- L' Italia del tempo in cui ci si dava tutti del lei e qualche volta pensando vossia. Anche se era comunque immensamente meglio dell' Italia in cui ci si dava tutti del voi.
- Ognuno per la sua parte, io Togliatti e il togliattismo.
- La vieille cuisine madre di infarti, cancri e obesità, più i suoi prodotti "genuini" vomitevolmente anti-igienici che tenevano molto bassa l' aspettativa di vita.
- I lunghi voli nei 70s.













28 ottobre 2008

find yr personal..


fa fèscion

A sorpresa!: Click!

Dal mio wall su facebook

oct 28 Mich: la guardavo oggi tornata al denim e pensavo che anche così Sarah palin mi sta proprio sulle palle. Per non parlar di Ted Stevens. (Michael wrote on the wall for the event C’È LA RECESSIONE E IO NON HO NIENTE DA METTERMI. Michael plans to attend C’È LA RECESSIONE E IO NON HO NIENTE DA METTERMI
Mich plans to attend SAFA' BERURA' UFFICIO RABBINICO, IL PITIGLIANI.
Michael joined the group Dhammapada: La via della libertà.
Mich joined the cause petition to Gilad Shalit .

oct 27 Mich si interroga: What did the plumber done that makes almost everybody hate him? inoltre Gerard Damiano è morto

oct 26 Mich legge su http://www.libmagazine.eu: "In tempi di crisi dar via libera alle puttane è il male minore.."

oct 25 Mich: Nella scuola it la cosa da privatizzare subito è il rapporto di lavoro dei cattedrattici, contratto biennale rinnovabile solo a efficacia dimostrata.Ugh!

(Mich joined the group The Monty Roberts Appreciation Group
Mich took the quiz "Quale film ti rappresenta?" and the result is Shakespeare in love
Michael joined the cause NO AL DECRETO GELMINI
Mich is listening to SONGS for FREE using the Music Player ).

oct 24 Mich: volevo stare alla larga ma una telefonata e due amici ritrovati mi han convinto a..
(Mich joined the group Bagel Fridays!
Mich took Di quale popolo dell'antichità facevi parte? quiz and the result is Greco!
Mich joined the group Véronique Gens
Michael plans to attend Ci vediamo a dicembre
Michael joined the group Caffeina cultura
Mich joined the group per Margherita Hack Senatrice a vita)

Per leggere commenti vedere foto ecc devi crearti un account in feisbuc che ultimamente fa fèscion.


Nota: i blog(Z), dati per morti da questo qui nel 2004 si sbattono tristemente come dépendance di qualcosa di web o di personali malinconie. Nata e morta 2nd life in un batter di ciglia aspettiamo ora la fine di facebook che durerà un po' di più per l' illusione di far parte di una lobby esclusiva d' allure anche se come me sei un/a cretino/a qualsiasi.
Per inciso: lode al cannocchio che ha eliminato le classifiche dei counter(z) anche se oramai fuori tempo massimo.



Altro click altra sorpresa:













19 aprile 2008

e-lettere a una belly dancer napulitana-americana in west village


Well, hello there
My, it's been a long, long time
How am I doing?
Oh, I guess that I'm doing fine
It's been so long now,
But it seems now, that it was only yesterday
Gee, ain't it funny...
.Dopo un lungo e gradito silenzio. Carmé. Comuni amici che parlano, l' avvicinarsi del tuo -ancora danzante- compleanno e un 5° grado di earthquake in sud Indiana mi hanno ricordato non richiesti -e che nemmeno ti immaginavi- obblighi d' etichetta e qualche disordinato, dissipato straordinario momento condiviso su entrambe le coste dell' Atlantico tra le incomprensioni. It's been so long now. Oggi non trovi il Pacific Jazz del "tuo" Chet e nemmeno i suoni niuiorchesi che ti accompagnano ma qualcosa dei "miei" 70s perchè sì, perchè conosci  - e mi rinfacciavi - il mio solito disgustoso stravagante egocentrismo e la mia scarsa socievolezza indifferente-antipatizzante per ciò che pensano e/o credono tutti gli altri. Non sono mai cambiato anche se it's been so long now.

Stando tu in terra di Hillary Clinton - forse preferendo Obama e considerando con meraviglia gli old fashioned liberal cummammè che voteranno McCain - ti sei persa le elezioni, ti sei persa il dopo voto in Italia e gli scomparsi (i comunisti, i fascisti, i vetero-democristiani & i socialisti) pronti a dar colpe agli altri: chi a Veltroni, chi allo slogan del voto utile, chi alle tv, tutti -i cretini- agli italiani che sarebbero fessi...

"Le mie scarpe lucidate", i miei ascott, le mie pipe  "e la mia guittezza" non hanno niente in comune con Willie perchè, molto più vecchio di me, rappresenta quel '68 sognante, anarcoide, country e dopato che ti portava a farti crescer le trecce per sentirti nativo e andare in Tennessee per suonar la chitarra.

Però a questo punto e a questa mia età ti confesso che le corde di trigger (che son di nylon come le mie lenze) sono melensa e piacevole compagnia quasi più delle parole delle due banali canzoni che dedico a te lontana e che stai nella città dove non amo tornare ma dove vivrei per sempre se un miracolo mi facesse rinascere.
Se non ci si incontra casualmente prima ti auguro con tanto anticipo un buon compleanno Carmé.
tuo coon

Per guardare e ascoltare clicca sulle immagini.: a) apertura: funny how time slips away b) sotto: in my own peculiar way con Wim Wenders e Deepak Nayar.



...in my own peculiar way



spazio pubblicitario
.3 Su LibMagazine. Elezioni. Reazioni dal mondo di Enzo Reale, LibTube: La sinistra da Psycho di Ivrès Taverni. La sinistra con il cerino in mano di Piero Dell’Olivo, Contraccezione, Laura Testa risponde di Astrid Nausicaa Maragò Formidabili quei danni, Francesco Nardi e Berlino 1936 di Antonello Guerrera. Bossi & Philly Pop in SpeakEasy di Mich Mazzei (che è il raccoon). Ecc. ecc.













12 ottobre 2007

Da lettere a belly dancer e a brain model scripta volant lontano Nolita non ionia Bazarov e Krilla in più

Lettera per Carmela, belly-dancer al Village, & Nina, brain-model in viaggio

PIÙ DUE SPERATI RITORNI AL CANNOCCHIO
(Il nipote - prodigo di referendum - Bazarov e la nipote Krillix)
poi anche un Baz anticipante in coda al Rocking Auden Award 2007
Mie care. Il vecchio è screanzato quel tanto che basta a scrivere per tutte due le stesse cose. È un fatto! E d' estate mi siete tanto mancate.
Siete per me intercambiabili, quella che cammina arretrando/parlando muovendo le mani nel vento inaspettatamente asciutto di simil boulevard che sente di primo autunno, Woody Allen, 125ma st o bastione, l' altra con la fronte abbassata sul libro che sta leggendo in viaggio - in treno o in volo stessa cosa - e che ogni tanto alza la testa e nasconde un sorriso. Distinguo l' una dall' altra solo per piccoli dettagli visto che siete del sud e oceanine di opposte  sponde  parlate con lo stesso accento quasi toscano e perchè egualmente responsabili una del mio arrivo l' altra del mio restare tra i blogger(z).Vi scrivo di bloggin'. Vi intrigherà. Spero.

Blog(z) manent scripta volant, lontano:

L' orale sapiente, che sapeva volare oltre l' autoreferente degli scriventi leggenti, nel periferico quartierino di short memory ch'è il bloggin' dove nessuno legge i post di un'ora prima se secondi in homepage, ha ceduto le sue qualità alla stampa, agli scripta del giornalismo cartaceo. Sì! E non lo dico per simpatia, ma perchè ragiono in termini di "duro che duri".

Due esempi. Il primo, riguarda Krilla e Ann Coulter, la polemista. Krillix, ch'è a destra con la Brambilla, ogni tanto scrive di Ann sul blog: qualche commento e poi via dimenticandocene. Però il 9 ottobre, con 4000 battute per il Giornale sull' ultimo libro "If Democrats Had Any Brains, They'd Be Republicans", è riuscita a regalarci una Coulter "the left's worst nightmare". Questo regalo resterà vivo sul sito del Giornale perchè chi cercherà con Google.it "Ann Coulter" trovandolo lo leggerà, solo su un blog invece, perchè datato 9 ottobre 2007, sarebbe già stramorto.

L' altro esempio è di critica letteraria e riguarda un articolo del nipote Bazarov pubblicato dal Rifo il 7 febbraio 2007 (8 mesi fa!). Me l' ero perso ma Baz ha voluto aggiungermelo in commento nel post giocoso che prendendo due cavalli con una postata festeggiava il centenario della nascita di Auden nei giorni del trentaquattresimo della sua morte con un rockin' centaur dalla faccia di Wystan Hugh. Un vecchio articolo quello di Baz che metto qui sotto perchè voi due lo leggiate un po' impaginato. Un vecchio pezzo cartaceo che però a cinque ore dal taglia incolla ha registrato giù il primo commento sul post - è stata nefeli a farlo - che parlasse anche di qualcos' altro rispetto alle proprie giocate.


del 7 febbraio 2007
(Pezzo su "zio" Auden di) Antonio Funiciello

Quando poche settimane fa The Indipendent lanciò l’allarme, molti nel mondo letterario anglosassone si sentirono interpellati: l’Inghilterra ha già dimenticato Auden e le celebrazioni del suo centenario rischiano di passare in gran sordina. Il poeta le cui opera concorre al successo dei film inglesi (si ricordi la sua Funeral Blues in Quattro matrimoni e un funerale), l’autore della poesia 1 settembre 1939, che New York scelse di cantare per rimettersi in piedi dopo l’attacco dell’11 settembre («…l’indicibile odore della morte / offende la notte di settembre»), è stato già dimenticato dal paese che gli diede i natali, l’Inghilterra, e da quello che lo accolse come suo nuovo cittadino, gli Stati Uniti d’America: il percorso inverso di Thomas S. Eliot.

A consultare il sito della Auden Society (audensociety.org) però, quell’allarme non pare molto giustificato. Da York, dove è nato il 21 febbraio del 1907, e da Durham e Londra, attraversando l’atlantico verso New York , New Haven, e risalendo la East Coast fino in Canada, il mondo che parla inglese non sembra affatto essersi dimenticato di Wystan Auden. E l’impressione è che voglia ancora parlare con lui.

Berardinelli ha scritto che il poeta Auden è soprattutto un uomo che parla e la sua poesia non è che un continuo commento alla realtà. Una tale, audace consapevolezza del distacco plastico tra linguaggio ed essere, un tale oggettivo ribaltamento della prospettiva estetica heideggeriana, ha avuto un’eco che ancora oggi si avverte in molta poesia contemporanea. Per quanto, in verità, i poeti d’oggi vivano generalmente questo distacco con un’immediatezza stilistica e un pressappochismo retorico che non sarebbero affatto piaciuti a Auden. Il suo relativismo estetico è difatti profondamente pensato. A leggere i suoi saggi editi in Italia da Adelphi (anche le recentissime e brillanti Lezioni su Shakespeare) ci si accorge di quanta poca fiducia egli riponga nella possibilità di essere compreso, di come anzi la conoscibilità dei suoi versi sia l’ultima delle preoccupazioni che agitano il suo animo di poeta. Auden vuole che la sua poesia parli agli altri e immagina che ciò sia possibile proprio a scapito della comprensione.

Da Eliot aveva imparato, dopo essersi agilmente sottratto al pantano ideologico (mezzo freudiano, mezzo marxista) dei primi anni, la lezione sull’impersonalità dell’opera d’arte. Ma mentre in Eliot essa è la premessa ad una ontologia estetica che finisce (ambisce) spesso a perdere i contatti con la realtà e si eleva su un piano superiore per legiferare, in Auden resiste ad ogni mistica forza o debolezza. Per lui la poesia è impersonale perché il significante ha molto meno che fare col significato e la sua comunicazione di quanto la semiotica pretenda. Questa vertigine che condivide il poeta in bilico come un saltimbanco sul filo teso che sovrasta l’abisso tra linguaggio e realtà, consente ad Auden di non perdere mai quella prodigiosa ironia che ha imparato da Kierkegaard e che Eliot smarrisce nella cristologia dell’ultima fase della sua opera. Così può schernire Shelley e i suoi “misconosciuti legislatori del mondo” «che può essere la definizione dei membri della polizia segreta, ma non quella dei poeti».

Auden è veramente un poeta diverso. La sua poesia è un lungo, ininterrotto discorso, che può modificare per strada tono e finanche registro, per quanto riesca a non infrangere mai la sua costitutiva unità discorsiva. Il poeta parla ai suoi lettori sapendo di avere interessi differenti dai loro, interessi che possono coincidere solo per caso, ma è in fondo meglio per tutti che non coincidano mai. Gli interessi più vari animano una poesia irregolare in maniera regolarissima, che mentre dice, si pensa, e fa tesoro nel prosieguo della sua meditazione. In questo Auden somiglia molto a Bellow: un narratore per cui la riflessione è costantemente congruente alla rappresentazione. Non deve sorprendere l’accostamento tra prosa e poesia. Perché il discorso poetico di Auden è prosastico, sebbene intenda sempre fare felicemente i conti con i modelli e le prescrizioni della metrica: «Benedette tutte le leggi della metrica che vietano risposte automatiche: / ci costringono a una riflessione, liberando dalle pastoie dell’Io».
Esattamente quello che poco si fa oggi. Picasso arrivò a dipingere come Michelangelo, prima di scontare l’insoddisfazione per la figura e il suo universo di significati, che non gli comunicavano più un senso. Solo allora si diede a scomporre quell’universo di forme per ricomporle a suo piacimento e rinvenire il senso perduto. Auden fa lo stesso con le leggi della metrica. Le conosce così perfettamente da potersi adoperare nella loro dilatazione con tutto il vigore di cui è capace. Ogni sua composizione è un anello di gomma di cui egli sperimenta fino allo stremo l’elasticità. E il miracolo di Auden consiste nel riuscire a provare la capacità elastica di ogni singola poesia fino a intrecciarle l’una con l’altra, come una catena, per garantirsi al fine l’unità del suo discorso poetico.

«E gli scrittori in politica?», gli chiese Michael Newman in un’intervista rilasciata poco prima di morire. Risposta: «L’arte non può nulla. La storia politica e sociale d’Europa sarebbe la stessa anche se Dante, Shakespeare, Michelangelo, Mozart, eccetera non fossero vissuti. Un poeta, in quanto tale, ha un solo compito politico: quello di dare l’esempio nell’uso appropriato della propria lingua madre». Il poeta è l’individuo che per definizione non può cedere alle lusinghe della realtà. Parafrasando Pessoa, Auden sembra dirci che la sua patria è la lingua inglese e la sua intera esistenza si è esaurita nell’esercizio dialogico istituito dal monologo discorsivo della sua poesia. Forse Auden attende che gli si risponda, che ci si incarichi di ricambiare l’attenzione che egli ci ha rivolto. La sua poesia è la prima lunga battuta di uno scambio che deve ancora cominciare. Uno scambio iniziale, come quello dei due primi ateniesi curiosi l’uno dell’altro, che conversando amabilmente nell’agorà considerarono l’ipotesi che l’altro, a differenza di sé, potesse essere nel giusto. Lì cominciò quello che oggi, seppure con tanta fatica, continuiamo a chiamare Occidente. A cento anni esatti dalla sua nascita, l’ironia di Auden suggerisce che a quel dialogo iniziale bisogna tornare e in esso sostare a lungo: «Si parla con persone a cui si ha qualcosa da dire: in questo modo le cose filano più lisce. E io credo che il prerequisito fondamentale della civiltà sia la capacità di condurre una conversazione educata».



Care Nina e Carmela
Vi penso 'sedendomi' accanto a una Solitaria figura a Teatro davanti a un sipario calato, quella cosa grigio argento larga un palmo ch' è a Whitney Museum e che di Hopper è di gran lunga il mio quadro preferito. Una figura buona almeno per noi tre e nella quale anche tu Nina mi hai confessato di identificarti. Quadro che solo io in Web metto così grande e qui: largo la metà dell' originale. (US Code, Title 17 which allows..)







Con fiato/gia[z][z] niuiorchese - so che vi piace - hugz' n' kisses dal sempre vostro (di voi due intendo) Coon
Soppy Raccoon - Schmalz dealer since 10/4/2004.
Arbutus berries (corbezzole), jujubees (giuggiole)
near RIOC, 59th St. and 2nd Av. NY 10022.
Roasted chestnuts, Carmine St. NY 10014.

E se non volete far wallflower lo balliamo..

Gerry Mulligan Lonesome Boulevard Wallflower 




Aggiornamento Partito Democratico:
per il gran successo di Walter e Dario
billy the coon ci mette anche la faccia
clicca e commenta qui!













2 aprile 2007

Auguri alla ex belly-dancer e alla brain-model. A tutti. Al Partito Democratico.it e a John McCain. Con Scott & Fabergé

APRILE. 2. 2007
Lettera di auguri pasquali non solo alla ex belly dancer napulitana americana al
Village. Buona da stasera per etnici e nei 7 / 8 giorni c'è anche quella cristiana.


Light up your face with gladness
Hide every trace of sadness


Il bastardo non è poi così bello di suo.

.1 Democrat in Italy, Republican in US. Compatibile con vaccari e infastidito tra impiegati, iappi e bottegai. Annoiato in fuga da intellettuali e amico di artisti e librai. Sordo con quelli di razza e ascoltatore di mesteños (mestizo, mustang, semisalvajes, sin domar y sin dueño conocido). Vecchio Hi-jack che se non fosse mai esistito Excell, Access, Word e Power Point non ne avrebbe sentito la mancanza perchè li ha spesso disinstallati quasi tutti, soprattutto e per primo Excell, però innamorato di javascript, java e flash. Uno terrorizzato dalla sordità e molto meno dal diventar cieco, perchè nella vita quando hai una 'bella' età hai visto abbastanza e anche troppo e tutti i "tuoi" pochi artisti li ricordi a memoria incoerente - Giulio Romano, Chardin, Turner, Fussli, Delacroix, Courbet, Cezanne, Bonnard, Hopper, Pollock, i chiaroscuri giornalistici di Ashcan Scholl, ieri il mercurio di Casebere, oggi la sintassi di Cai Guo Chian - e invece la musica per rimbambirsi non gli basta mai: Tu sai chi è il coon.

Quando - come l' ultima domenica di questo marzo 2007 oramai andato e con l' erba in quota già rinata - torna tanta neve tardiva i mestizos scendono a valle a violar siepi, si disperdono tra i noccioli e i maggiociondoli magici, velenosissimi e per fortuna ancora scheletrici. I bastardi che farebbero qualsiasi cosa per pascolare distruggono ortaggi e prime aiuole fiorite, quattro o cinque li vedi bagnati e anche albini nelle mie foto qui.
È questo il tempo à la Robert Duvall (tu clicca qui per ricordarlo tutto poi le pic(s): La prima con la moglie Luciana Pedraza che ha 40 anni meno di lui, la seconda con la gatta di Mr Cox in The Stars fell of Henrietta e la terza con la divisa del Gen. Robert E. Lee).

Robert Duvall che è l' attore di gran lunga preferito anche più di Lee Marvin e nel quale mi piacerebbe identificarmi ancora più che in Lee Marvin ha una sua vita 'vera' che è cinema e mesteña: discende per via di adozioni da George Washington e in linea diretta dal Confederate General Robert Lee, nato a San Diego California 1931, adolescente a cavallo dallo zio in Montana, giovane studente di teatro a New York City con Dustin Hoffman e Gene Hackman, adulto tanghero - ma proprio davveeeero! non solo nel film - in Buenos Aires dove da vecchio conosce le bella Luciana - che, nata in North West Salteño, del tango se ne fotteva - e se la sposa, infine vecchio farmer in Virginia a tortini di Maryland Crabs di ricetta materna e che ancora ci prova perchè oggi ha tre film in cantiere. Unico contributo versato $1,000 nel lontano 2000 al Republican John McCain senza esser mai stato militante a differenza dell' old Republican Kevin Costner. Ecco quello che conta Carmè!

.2 Krillix. Carmè capita di avere una nipote Libertarian e un po' sassy, anche di destra, anche tra i fondatori di Tocqueville. È Krillix. Capita che perchè ha fatto il suo The Politics Test online io mi ricordi del mio, quasi rimosso, fatto tanto tempo fa e mi senta obbligato a ridurlo in *.gif e di mettertelo giù. Capita che senza un filo di faccia tosta io mi senta diessino convinto della necessità di un nuovo Partito Democratico e so che almeno Krilla - è fusionista di destra - disapprovandomi, capisce, non si scandalizza, non si meraviglia. Così come succede che se votassi in US nel 2008 voterei per John McCain - come farà Duvall - o per Giuliani (Krilla è più per Giuliani ci scommetto) voterei due Republican, ma solo perchè Al Gore e Edwards son fuori gioco: si dice che chi ha perso una volta non ha più chances.

Ecco il risultato del mio test:



Clicca qui per farlo anche tu!




.3 AUGURI DI pasque allegre e leggere a commentatori e blogger(z), particolari anche ai cavalli rinselvatichiti che, scesi a valle per troppa neve, ho incontrato lungo una strada una settimana fa, a te Carmela e altrettanto mirati a Nina. Nina poi te la voglio presentare qui sia perchè ha occupato alcune caselle di quelle che mi occupavi tu e ha un mestiere bizzarro quasi come era il tuo: tu danzavi con la pancia in West Village lei agita il cervello e fa l' indossatrice delle persone che ha conosciuto in Italia e se ci pensi tra una belly dancer e una brain-model non c'è poi tutta quella gran differenza, tra la tua scienza e la sua bravura di scrittrice veloce in potenza non c' è un grosso scarto. E c'è lo stesso charme. Ecco tutto. Ancora auguri. Coon.

SMILE

Smile, though your heart is aching
Smile, even though it's breaking
When there are clouds in the sky
You'll get by...

If you smile
With your fear and sorrow
Smile and maybe tomorrow
You'll find that life
is still worthwhile if you'll just...
Light up your face with gladness
Hide every trace of sadness
Although a tear may be ever so near
That's the time you must keep on trying
Smile, what's the use of crying
You'll find that life is still worthwhile
If you'll just...



Smile, though your heart is aching
Smile, even though it's breaking
When there are clouds in the sky
You'll get by...



If you smile
Through your fear and sorrow
Smile and maybe tomorrow
You'll find that life is still worthwhile
If you'll just Smile...



That's the time you must keep on trying
Smile, what's the use of crying
You'll find that life is still worthwhile
If you'll just Smile

Tu clicca giù sul Fabergé per ascoltarla da Jimmy Scott: sarà, sembra
strano, una sorpresa pasquale che devi a Nina-commentatrice qui.
Clicca Aitub e vedi il mio account: Musica, cinema e animali.




permalink | inviato da il 2/4/2007 alle 9:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (67) | Versione per la stampa






















sfoglia     ottobre       


Ultimi post. Profilo di raccoon.
    Visto 1 di volte dal 4 ottobre 2004


RACCOON, caldarrostaro.
PHILIP-MAZZEI, Politica - Politcs.
CHAT, Gossip(z) & Chat(s).
AOL journals: HAYEDID

al Central Park adesso

RUBRICHE
Diario
cronache merovingie
Feste e anniversari
Mangia Fast prima che te lo freghino quelli di slow food
I venerdì asburgomarxisti
Humour e ennio flaiano di pelouche award
Sondaggi e mini poll
Sunday Coon Numeri arretrati
RIA raccoon intelligence agency
Lettere a una belly dancer
Comme te llaggiadicanuneccosa
If you dont want it posted dont let it happen.
Portorosa Hotel
lettere a qualcunaltra
GIOCHIdiBLOGGERZ
Non diffamare questo blog: non è una testa giornalistica.


Miss Liberty - adesso - direttamente da Brooklyn.
click qui! per ingrandire.
.



I miei video Youtube:


DISAGGREGATORE DI BLOG Platypus Blog con link personale arbitrario se ti intriga puoi metterlo anche tu con il link che ti garba di piu

DISAGGREGATORE DI BLOG Raccoon Blog con link personale arbitrario se ti intriga puoi metterlo anche tu con il link che ti garba di piu


Feed RSS di questo blog Reader Feed ATOM di questo blog Atom







My blog is worth
$ 40 082.34

una miseria dice il coon
How much is your blog worth?
quanto vale il tuo blog?
clicca qui!


     
.LINKS
» Thomas Jefferson
» NIAF
» U.S. Senator John McCain
» Eliot Spitzer NY State 2006
» Italian Commonwealth
» IAWA it-am writers
» Garrison Keillor
» Wall Street Journal
» Robert De Niro
» John Perry Barlow
» American Mason NY
» Walter Veltroni
» Philip Roth Society
» Libertà Eguale
» Bettie's measurements
» PHILIP MAZZEI
» CIA Gov.
» Mossad Gov
» James Ellroy's world
» world of warcraft
» Valerio Evangelisti
» Massimo D' Alema
» Cossiga
» TOM WAITS
» Indro Montanelli
» il foglio basta: Vernacoliere!
» humphreybogart
» Nick Tosches
» Freud Museum
» Diana Krall
» Gadda Studies
» Franz KAFKA Bio & Pics
» NASA ERC ccny cuny
» WINONA RIDER movies
» Vittorio Zucconi
» The W. H. Auden Society
» LM libMagazine
» Michel Serres
» Nietzsche poems
» Lin Pao poems
» CAI GUO-QIANG
» Internet archive
» MELOGRAMMI
» GOLEM
» Hara Kiri
» OVER THE HEDGE
     
-- Blogz --
cult & nepotismo:
  • Blog di Walter Veltroni
  • sogniebisogni (hipster)
  • bazarov (il nipote)
  • krillix (la nipote)
  • Gianky mago a Giava
  • Fedelico Lampini (L=R)
  • Attivissimo: no-bullshit
  • Francesco: Il Nardi
  • LYKAIOS, latitante
  • Aussie bastardo Scarfiotti

  •      
    North America
  • NYC bloggers map
  • PAJAMASMEDIA
  • wobegon: Mist County
  • sogniebisogni, Bloomington
         Indiana, revisionista
         froidiano fancaprista

  • BLUE RACCOON,
         Richmond, Virginia,
         Harry Kollatz, actor,
         writer, journalist.

  • brucaliffo Commonwealth
         of Pennsylvania JAP

  • Scott Esposito's Typepad
  • mariapia in Lower East
         Side, Suisse-IT-NYC

  • nyc.metblogs
  • Jessica, Vanessa, Ann,
         Samhita, Celina, Jen

  • chrisdiclerico professional
         amateur

  • anellidifumo Toronto
  • jewishatheist
  • Martin Fuchs (Bronx)
         photoblog

  • Maude Newton NYC
  • Raccoon Chronicle
        Sarah, Orange County
  • Jeremy Lipking
  • Armani Gin
        tunio
  • Jeremy Lipking
  • MIT PressLog
  •      
     
    5 FINTI ETNICISMI
    .1 Blog Parte-nopei
  • francesconardi: o' Nicce
        'e Palazzo a Spuntatore:
        "Uagliu', capimmece: o'
        polonio nun v'o' putite
        fuma'."

  • Alcestis (Nausicaa)
        Chilla do' Nicce.

  • giorgiodasebenico SOCIO
  • egine milanesenonanapoli
        CONSOCIO

  • pasqualedigennaro poeta
  • Studium (F) taglia 42
  • raissa puro wit
  • miele98 hun
  • ciromonacella ' munaciell'
  • La nonsolorossi
  • tantorumorepernulla
  • bloggerperfecto marzia
  • Il blog del pensatoio
  • Vulvia ora et labora
  • Saranno troppo famosi
  • ARONNE APAPISTA
  • Teresa
  • CuncettaMente, Concetta?
  • FRANCO CUOMO,
        interfaceworld


  • 2&3. Etruschi &
    liguri-provenzali
  • vecuvia la vulciana
        concittadina di Clooney

  • ERASMO Desiderius
  • INOZ buttero economista
  • revanche WALKA
         il ligure-provenzale

  • SECONDLIFE Nina
  • 1PS unaperfettastronza
         ma lo dice lei

  • venere belle immagini
  • pantoufle Maimoni
        Sinis in Toscana

  • Prof. Dago-bertis
        Psicopatologo
        dell'Università
        di Jena

  • Red.Cac. & Erasmo

  • .4&5 Sionismi, diaspore &C
  • LA esperimento di dialogo
  • brucaliffo the JAP
  • jewishatheist
        Former Orthodox

  • ilblogdibarbara ex-cognata
  • lilit Persia
  • nasigoreng south-east
  • liberaliperisraele news
  • ilpunto equilibrio
  • ilsignoredeglianelli
  • devarim sul monte
  •      
     
    Think Thank Roundtable
  • LE SPECCHIO poetico
  • bazardelleparole Gadda
         de' veneti

  • Marcoz il fine giustifica
        il me

  • topgonzo
  • ECO DI SIRENE
  • anniehall Valeria Paris
  • I ciechi con l' elefante
        ALBA in blogspot

  • nocturama'z new-blog
  • gialloenero the best
         gal noir noir

  • unafacciainprestito
         contiana dalemiana

  • NEFELI dal Tom Wait'z Bar
  • jacobandtheangel
        l' angelica Uzi

  • bluewitch blog oasi
  • serafico e sapiente
  • botteghecolorcannella
  • attentialcane
  • mangoroso buone recipes
  • muffin la gateau radical
  • aegaion neo Sarah
         Bernard animalista

  • IOESISTO un bagno
         a Is Arenas

  • massimocoppa un
         buon giornalografo

  • professionespia
  • senzafreni2 lavendetta
  • rikkMoCinema
  • Alice desaparecidos
  • EMMA Milano Valencia
  •      
    Trowels, Mazzini, Garibaldi & affini
  • clos e cinema cinema
  • sagredo in bicicletta
  • agiamo! Monica, l' arte.
        Lombarda per Sgarbi

  • Vittorio Sgarbi, artista
        della critica d' arte.

  • martinrua bro napulitano
  • lucabagatin hi Garibaldi!
  •      
    Politicanti in Politics
  • The DEMOCRATIC
        Party Blog

  • GOP BLOG
  • Gianni Vernetti
        Sottosegr. agli Esteri

  • VIAGGIO.. l'inizio di un ..
  • aldotorchiaro ALDUX
  • POVEROBUCHARIN
  • VALERIO PIERONI
  • ricordiamocene Jac
  • champion Milano
  • MARIAGRAZIA
         dalema&gadda

  • valmadlene (Lagavulin)
  • the right nation Sindaco
  • PA "... strada sbagliata
         per nobili motivi"

  • arsenico & Hi-Jack buono
  • baol Terrific!
  • quartieri (bassifondi)
  • vaicolmambo multi-blog
  • titollo
  • KILOMBO metablog
  • TOQUE-VILLE metablog
  •      

    Clicca sopra: vedi e ascolti
    Times Square adesso!

    SUNDAY COON MEMORABILI
    .1 USA: TURISTA SIENTA'AMME!
    guide
    ¿ N°1O Click? Dal Montana (aprile 2005)
    Impara tutto su Big Sky Country, lo Stato cinema-cinema che lega Presidenti e mangia carni piemontesi e toscane. In più impari l'arte.. E le migliori webcam dello Stato più bello d' America. Poi con St. Mary webcam puoi vedere dal vivo gli Elk (è il cervo americano) Click!

    ¿ N°7 dal Connecticut(febbraio 2005)
    Philip Roth stanato
    sul lago Waramaug. Foxwood il più grande Casino d'America e Pequote (non Mohicani) gli Indiani più ricchi di US Click!


    ¿ N°9 da South Dakota (marzo 2005)
    Da Eagle Butte a Mt Rushumore facendo gli indiani con Crazy Horse che è sosia di Marco Pannella Click!

    ¿ N°8 San Valentino 2005
    a Manhattan, ma tu senza belly-dancer.
    E Love potion secondo gli uomini medicina Soshone, Algonquin, Mowak, Cherokee, e Passamaquoddy: La Filipendula rubra o Queen of the prairie che in più è anche meglio di Viagra. Click!

    ¿ N°14 dall' Oregon (settembre 2005)
    l' unico stato con bandiera double face - Marcello Pera vince sulla Mora - e che ha sindaci marxisti Click!

    ¿ N°15 dal Minnesota
    numero ridotto. Ma conoscerai lo sheriffo di Mist County e le prese per il culo di Garrison Keillor. Click!

    ¿ Breve supplemento da Wyoming
    Wind River County, alci & shoshones & arapaho. E se sei anticaccia stai contro gli indiani. Click!
    .2 SUPPLEMENTO GRANDE CINEMA:
    (recensioni)
    . In assoluto i due migliori film di Natale della storia del cinema: volendo bene a un raccoon in tutte le lingue del mondo financo nel cerchio della morte.

    . Maialate all' ordre du jour: sesso e "Pussy for dummies".

    Omaggio e dritte su Artie J. Mitchell e il suo "The Grafenberg Spot" del 1985 e a Michael Beckerman (Michael L. Raso da Jersey City NJ) presidente dell' ei Independent Cinema. Poi apoteosi per Vicky Vickers , aka Raven, porno diva preferita dai coon.




    . "Il Caymano" ovvero Affida una lacrima al vento (2004)

    L' esordiente (in italo belga nato in sud Tirolo, grande attesa tra le voci antiche della canzone dell' emigrazione. Con echi di Mino Guerrini: "Riuscirà l'avvocato Franco Benenato a sconfiggere il suo acerrimo nemico il pretore Ciccio De Ingras?" del 1971).




    . Le donne e la Famiglia nel festival di Joskinville 2006: Le Marie Antoinette e le dolci nipoti Sissi delle M.me Bovary



    . Silent Movie 1976 e la campagna elettorale 2006. Would you mind dancing with a mild-mannered pervert?

    .3 SUPPLEMENTI COOLTURA ALTA:
    Data under construction
         


    "Ci dovrebbe essere un
     Lower East Side nella
     vita di ognuno di noi
    "
    Irving Berlin
    ***

    "... di quel lower east side 1910 che non fosse segnato...
    il rettangolo compreso fra la Bowery, East 4th Street, Second Avenue e East 3rd Street contava quattro saloon, cinque caffè, due club, tre teatri .....
    America e Germania e Irlanda e Italia e Russia e Cina, protestanti e cattolici e ebrei e confuciani, inglese e yiddish e tedesco e italiano e cantonese ...
    dove per tanti anni aveva abitato il poeta W.H. Auden e nell' immaginarlo ciabattare - i piedi doloranti nelle grosse pantofole - attraverso le stanze ingombre di libri del suo appartamento, preso dalla stesura del libretto per il Rake' Progress di Stravinskij , o navigare britannicamente distaccato - la faccia rugosa, ogni linea un verso - nella psichedelica confusione degli anni sessanta , in quello che per lui era sempre stato il "Lower East Side" e mai l'"East Village"; e poi nello scoprire che , nel 1917, nel seminterrato dello stesso edificio, c'erano stati gli uffici del "Novy Mir", pubblicato a New York da tre esuli di nome Nicholaj Bucharin, Alexandra Kollontaj e Leone Trotskij, e nell' immaginarmi il fervore di vita politica cinque gradini sotto il livello della strada, l'entusiasmo irrefrenabile alle prima notizie dei moti rivoluzionari..."

    da Mario Maffi
    NEW YORK,
    L' isola tra le colline

    Feltrinelli 2003
         
         


    A coonz' Anthem:

    ¿UN CLICK PER ASCOLTARLO!

    ***

    "... Well the smart money's on Harlow and the moon is in the street
    And the shadow boys are breaking all the laws
    And you're east of East Saint Louis and the wind is making speeches
    And the rain sounds like a round of applause
    And Napoleon is weeping in a carnival saloon
    His invisible fiancee's in the mirror
    And the band is going home, it's raining hammers, it's raining nails
    And it's true there's nothing left for him down here

    And it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time

    And they all pretend they're orphans and their memory's like a train
    You can see it getting smaller as it pulls away
    And the things you can't remember tell the things you can't forget
    That history puts a saint in every dream

    Well she said she'd stick around until the bandages came off
    But these mama's boys just don't know when to quit
    And Mathilda asks the sailors "Are those dreams or are those prayers?"
    So close your eyes, son, and this won't hurt a bit

    Oh it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time

    Well things are pretty lousy for a calendar girl
    The boys just dive right off the cars and splash into the street
    And when they're on a roll she pulls a razor from her boot
    And a thousand pigeons fall around her feet

    So put a candle in the window and a kiss upon his lips
    As the dish outside the window fills with rain
    Just like a stranger with the weeds in your heart
    And pay the fiddler off 'til I come back again

    Oh it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time
    And it's time time time, and it's time time time ...


    Time, Tom Waits:

    UN CLICK PER ASCOLTARLO!

         
    .
    Winona Rider















    philipmazzei.ilcannocchiale.it:
    Users online

    chat.ilcannocchiale.it:
    Users online