.
Annunci online


Add to Technorati Favorites

Portorosa Hotel

6 maggio 2009

Holga e non lomo cccp. SB: wicked nonito'z tales.

La mia relazione clandestina con Holga: C' è plastica e plastica! L' Italia è bella perchè è avariata.

Vero bifolco plastificato. Vrai yokel plastifié.
Photomontage. Holga, Aprile 2009

.1 Ho un' amante, sì sì. Holga l' ho conosciuta quasi per caso perchè indirettamente presentatami da una feisbuc friend, Claudia ch'è autrice di pellicola marcia per un paese marcio che nella 'storia' c' entra (un paese marcio non Claudia) ma non ti dirò il perchè. È tutto un momento fotografico oh yeah! Holga non chiede quasi niente -una trentina di euri per dodici sbattute la volta e per tante volte- Holga che ha 27 anni sa illudere di farlo per amore anche un sessantenne come me. Da poco tempo ho smesso di collezionar pipe perchè è per me il momento di collezionar Holga.

Sì! Per me e per te se dai retta a me è il momento di pensar solo a Holga anche quando distrattamente segui in TV la sitcom del momento. "I Berlusconi" non mi intriga perchè il plot è scontato come nel tenente Colombo solo che nessuno degli attori è all' altezza di Peter Falk. È la storia di un nonnetto lombardo con passato prostatico malevolmente accusato di priapismo senile dalla moglie strumentalizzata. Dietro la moglie una loggia di "Oscurati" giornalisti stalinisti alla Ezio Mauro e antistalinisti alla Paolo Guzzanti, ma dimmi tu!.. La menata dura da anni peggio di Dinasty con colpi di scena troppo artificiosi: intercettazioni di donne che lo descrivono semi impotente poi bruciate (ma davvero tutte le copie? si domanda chi sa di vivere digerato), ah bruciate le intercettazioni non le donne perbacco. Fatte bruciare, sembra ovvio, non da lui che avrebbe potuto usarle come atout (si scrive Hatù?) e smontare l' accusa di erezioni non giudiziose. Insomma. C'è chi adora il vecchietto, chi bassamente lo insulta, chi terremotato si tocca quando lo incontra, ma fortunatamente riesce a comprarsi tutto e a salvarsi... insomma siamo nel cheap e siamo nel camp. Preferisco godermi Holga straniera anche perchè in Italia è un momento da Vespa-a-Vespa (di Bruno Porta maledetti imenotteri), sì sì.
P.S. OMFG. E le foto son vere perchè le vedi su Chi! Azz se è così!

Holga ha paura di plasticosi ghost


Se come me trovi le macchine portentosamente digitali (numeriche? bah!), il ciacolar di maschi -anche coltissimi- e i cavalletti fotografici non reggibili per più di un' ora o due lascia a casa Hasselblad e i suoi dorsi digitali, chiudi in armadio le lumix, prendi il tuo sacchetto di plastica e vai in giro con me. Però distante. Il mio carico (foto giù) sta in saddle pocket e non ha bisogno di saddlebag nemmeno per il cavalletto -lo stenopeico Clack lo esige- perchè basta una bottiglia di minerale e un tappo con un dado incollato con l' attak. Tutto qui.



Non è una passione Lomosessuale, si fottano le pesantissime carabattole cccp. È una passione plasticosa che ti fa ritornare kid. È una cosa coerente come sanno esserlo appunto i kid. C'è tutta una famiglia plastica dietro: La nonna belga agfa di bakelite Clack 6x9 con l' occhio sostituito da forellino stenopeico, la mamma presessantottina di polystyrene da Varsavia ingenuamente affascinata dal pop che si chiama AMI (6x6) come un' auto francese d' antan. E infine Holga di incerte plastiche di Hong Kong.
Filtri e prismi di plastica, sgangherati fish-eye... gli ammenicoli vari li potrai mettere in tasca tra chiavi, accendini, pigini per pipa e quei biglietti da visita tabaccosi che non guardi più. Se qualcosa si rompe e si riga cercherai di usarlo -a volte sarà ancora più bello- e quando non ne potrai più senza rimpianto lo farai cadere per esser scopato tra segature, sputi e cicche in quel posto di Dublino dove le ceneri beckettiane di Murphy non riuscirono a rispettare le sue ultime volontà e non arrivarono allo scarico della toilette del bar.
Poi dimenticavo: spudoratamente metterai tutto su Flicr.
Holga tra le esotiche pioppaie degli indigeni padani













10 febbraio 2006

IL GIOCO DEI MONDI SUL CANNOCCHIO. UNA PRIMA MAPPA DEI BLOG CHE PARTECIPANO.

IL GIOCO DEI MONDI
... E sònano ... Ma 'e mmane | trèmmano 'ncopp''e ccorde ...

Da sinistra: di Rosa Rosà, 1917, "Portorosa Hotel" per "Sam Dunn è morto" di Bruno Corradini, Borges con Aleph e "La Gare de Perpignan" di Salvador Dalì

HANNO GIOCATO IN ORDINE DI DATA:
(in fondo le istruzioni)

Sogniebisogni -----» click!

Vecuvia -----» click!
Ma ne annuncia altri chissà quando.

Wobegon -----» click!
Sheriffo in Mist County, Minnesota ha inserito la prima variabile, La Balena Bianca: i posti che non si son mai visitati, ma se ne affabula. Questa prima variante è stata colta ma solo chez lui da Sogniebisogni con Kyoto, Quito e Buenos Aires e dal Raccoon con Bergamo, posto di cui sparla spesso senza esserci mai stato.

Ilblogdibarbara -----» click1, click2.
questo blog ha rinominato il gioco in "I luoghi dell'anima" perciò qui e là per il cannocchio troverai dei giocatori "animisti".

Sabbath -----» click!
E brevemente in sinergia Bazarov -----» click!

Watchdogs -----» click1, click2.

Kamau -----» click!.

Anniehall -----» click!.

Suibhne -----» click!.

Stazione Termini -----» click!.

Esperimento -----» click1, click2.

Sagredo -----» click!.

Inoz -----» click!.
Ma ne annuncia altri chissà quando.

Inaltoasinistra -----» click!.

Talentosprecato -----» click! (con breve).

Simona  -----» Click!.

Dituttosututto -----» click!.

Bluelektra -----» click!.

Mietta -----» Click!.

Nocturama -----» Click1 Click2 e si aspetta il  3.

Aegaion -----» Click! (fondendo 2 catene)

Pearl -----» Click! (come aegaion)

Francesco Quatraro  -----»  Click!

PoveroBucharin -----» Click!
I luoghi di un sedentario.

wde72 -----»  Click!

Muffin -----»  Click!1 e Click2

Bluewitch  -----»  Click!

IOESISTO  -----»  Click!

Specchio -----» Click!

Nuvolediparole  -----»  Click!

Serafico -----» Click!

Pucci -----»  Click!

E naturalmente l' istigatore, il Raccoon -----» click!.


---------- Hanno annunciato la loro partecipazione Francesco Nardi (FN) il nicce di Palazzo a Spuntatore, Resina e Castellamare, Nuvolediparole, Linead'ombra e altri.

---------- Sono ormai centinaia i blog italiani e italiani americani che hanno giocato, ma non si sono segnalati qui: cercateli ! ;)






Istruzioni

.1 Tutti possono raccontare i 'centri' dei loro mondi. Il 28 gennaio ho pensato di proportelo ricordando un post di nocturama e di un suo viaggio sardo intervistando la rockstar Julian Cope e dopo aver visto un' immagine ritoccata sul blog di bluewitch, era Baratti, una delle mie Stazioni di Perpignan, uno degli Aleph delle mie età (qui cito Borges, ndrac), uno dei miei Portorosa Hotel (qui invece cito "Sam Dunn è morto" di Bruno Corra, ndrac). A me e a te farà piacere raccontarceli. Poi qualcuno ci andrà e coglierà cose che non avrebbe visto se non ci avesse letto. Raccontane quanti ne vuoi, 3 o 4 oppure cento, il blog è tuo!

Vuoi ritornarci per rileggere i Centri di chiunque? bene bookmarca / aggiungi questo post ai tuoi 'preferiti' e se sei uno/a che ha raccontato i suoi dai un'occhiata, ogni tanto, ai commenti al tuo post perchè sopravviverà alla short memory dei blog e i surfers commenteranno chissà per quanto. Questo post è collocato nella rubrica Portorosa Hotel del blog. Bookmark? Click sotto:


Vuoi essere aggiunto in questa mappa? bene scrivi qui in commento il link al tuo post e sarai aggiunto




permalink | inviato da il 10/2/2006 alle 0:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (41) | Versione per la stampa












28 gennaio 2006

Aleph, Portorosa Hotel o Gare de Perpignan? nuova catena e gioco sul cannocchio

Le nostre "Gare de Perpignan", i centri dei nostri mondi (*) 

Populonia, a west da pineta e spiaggia di Baratti. Photocoon no ©

(*) Salvador Dalí a toujours été fasciné par la gare de Perpignan. Lors d’un de ses passages, il y a affirmé : " Soudain, tout apparut avec la clarté de l’éclair, devant moi se trouvait le centre du monde "

É un gioco invernale. Perchè d' inverno è meglio, dopo è più facile .. pensarci su. Ognuno deve raccontare i 'centri' dei suoi mondi. Ho pensato di proportelo ricordando un post di nocturama e di un suo viaggio sardo intervistando la rockstar Julian Cope e dopo aver visto un' immagine ritoccata sul blog di bluewitch, era Baratti, una delle mie Stazioni di Perpignan, uno degli Aleph delle mie età (qui cito Borges, ndrac), uno dei miei Portorosa Hotel ( e qui cito "Sam Dunn è morto" di Bruno Corra, ndrac). A me e a te farà piacere raccontarceli. Poi qualcuno ci andrà e coglierà cose che non avrebbe visto se non ci avesse letto. Raccontane quanti ne vuoi, 3 o 4 oppure cento, il blog è tuo! Io ne racconto otto, tanti, perchè ho tempo, fuori piove eppoi son quasi vecchio e ho lavorato per decenni in giro. Eccoteli:

.1 Populonia e il golfo di Baratti (cliccando qui lo vedi dall' alto del castello mentre la foto sopra il post e questa sono a ponente della pineta sul mare e della necropoli etrusca quasi sulla spiaggia. Incontrai Populonia, Fufluna etrusca dedicata al dio del vino Fufluns, nei primi anni '80 casualmente lo stesso giorno in cui la scoprì Michele Serra, lui stava facendo per l' Unità un giro d' Italia con la Panda FIAT e fu amore a prima vista, non per Michele S. e nemmeno per l' Unità che già conoscevo e ancora meno per l'auto visto che non guido se non un tempo moto e cavalli e mia moglie usa solo auto tedesche.
A Baratti, antico porto etrusco con i moli di pozzolana insabbiati, mi è capitato di tutto sia nella realtà che ricordandola. Niente che io possa scrivere e descrivere qui senza violare la privacy di qualcuno.
Una curiosità invece sì! due o tre anni fa a maggio fa stavo mangiando fettunta profumata (i romani si sa scopiazzano e rinominano e fu così che la fettunta divenne poi bruschetta, ndrac) ero sulla piazzetta del castello e qualche tavolino più in là c' era una famiglia con insalatone. La ragazza, una brunette trentenne, continuava a guardarmi e a sorridermi. Lì per lì, vittima idiota di vecchie vanità, pensai che il posto avesse prepotentemente potenziato il mio charme stagionato. Ma concluso il loro pasto al sole i tre si avvicinarono e il padre con buona cantilena di Brooklyn mi chiese se io, Steven Spielberg, fossi lì per lavoro o per gaudio. Sono italiani americani di Long Island e so che li delusi due volte spiegando che si erano sbagliati e che no non avevo mai neeeemmeno lavorato a America Oggi (la testata in italiano che si stampa in NJ, ndrac), ma finì che parlammo di conoscenze comuni e di ristoranti inToscana e a NYC come succede sempre.

.2 Baires. El Tercero del Sur . C'era una volta un Cafetín molto più umile di questo, era vicino al rio El Tercero del Sur dove poco più in là finisce nel Plata. Come quello della foto aveva mobili scuri solo più bassi e non avresti potuto berci uicchi UK e nemmeno Champagne francés. Avevo una ventina d'anni e ogni volta che arrivavo a Baires andavo lì in un certo giorno della settimana che adesso non ricordo più. Avevo già letto Ficciones, ma non Carme Presunto che sarebbe stato stampato in Italia solo l' anno dopo. Ecco ti ho detto quando. Lì a calle Chile miscelavo quel tanto di Ficciones che mi aveva intrigato, "La morte e la bussola", e l' amicizia e gli appuntamenti con una puttana del Nord (ma puttana lo scrivo con tanto affetto) perchè nata in Catamarca. Gli studi sulle avventure della setta degli hasidim erano ambientati sul Plata in una Buenos Aires immaginaria perchè così aveva scritto l' autore aggiungendo "malgrado i nomi nord europei".
Qualche cognac di Mendoza insieme a una naturale propensione al fantasticare e a una pillola di metedrina per rendere poi interminabili le erezioni mi convincevano che quel caffè fosse il bar-reception dell' Hotel du Nord proprio quello dove "Per quest' altra volta le prometto questo labirinto invisibile, incessante, d'una sola linea retta".

Era il giorno di libertà della criolla (si legge più crioggia laggiù) quando lei si divertiva a simulare un giorno di vacanza con clienti che le erano simpatici, giro con martini y platitos alla confiteria Florida, un po' di shopping in Florida e Corrientes 'fidanzato' pagando, cena all' Estancia in calle Lavalle poi la moblada di lusso per dar corso alla metedrina. Il tutto condito con la sua chiacchera continua e colta, leggeva molto con l' entusiasmo dell' autodidatta e sapeva di musica io le guardavo le spalle e aspettavo e ascoltavo. Era molto schierata politicamente e contro il generale Ongania usava espressioni da sudiciona, a letto era sempre allegra e la sentivo così intensamente che Liala avrebbe parlato di infatuazione amorosa.

La cosa andò avanti per più di due anni, la raccolta di versi "Carme presunto" era ormai diventata per me una vecchia ristampa "Poemas" di Emecé Editores con "..ni la suceción de tu vida situándose en palabras o | acallamiento | serán favor tan misteroso | como mirar tu sueño implicado | en la vigilia de mis brazos ..". Andò avanti per più di due anni anche se non amava Borges. Poi uno di quei giorni non la trovai più, era già successo, ma si ripetè la settimana seguente e girai in tutti i locali che frequentava, ma nulla, era scomparsa e il cameriere del caffè non sapeva niente di lei. Ero stato anche a casa sua per un suo compleanno, ma un anno prima e avevo perso quel suo indirizzo nel suburbio. Non la rividi mai più anche perchè poi il lavoro non mi portò più a Buenos Aires e non ne ho proprio più saputo nulla, nemmeno di quel Cafetín.
Sono stato prolisso perciò in regalo ti segnalo spartito e parole di una milonga squisita è giacinto chilana, la musica la fece Astor Piazzolla e le parole Jorge Luis Borges.

.3 Saint-Guilhem-le-Désert, Herault è non troppo distante dalle spiagge della Sète di Paul Valéry e di Georges Brassens, dalla Balaruc balneare di Flaubert con le sue sorgenti dolci sottomarine, dal crocevia più in su dove, dopo aver incontrato Bruyas, il Comunardo du nord dipinse "Bonjour Monsieur Courbet".
Saint-Guilhem è poi vicina al vecchio Ghetto della Pézenas di Molière dove comprare lavanda e ricordarsi dei solari qabbalisti di Provenza e Languedoca è un obbligo . É lì a Saint-Guilhem l' abbazia di Gellone, che tu vedi cliccando qui, è in cima alla salita che costeggia il torrente e se ti guarderai intorno scoprirai tracce catare e della popputa dea madre fin sulla facciata dell' abbazia simili a quelle che sono servite a Dan Brown nel suo libretto piacevolmente mal scritto che però ha venduto più della Bibbia (noiosamente scritta ancora peggio).
A Pasqua dagli anni '80, un anno sì e l' altro no, puoi incontrare il coon a Saint-Guilhem o a un paio di centinaia di kilometri più a est tra le bauxiti di Les Baux, seconda "meraviglia di Francia". Qui il castello diroccato e e qui col paese soleggiato. Se lo conosci ti sembrerà un po' brillo .. perchè è il calvà o perchè certi posti danno un po' alla testa.

.4 Broadway Subway Station. Per me una vera Gare de Perpignan a NYC, ma come avrai visto la Broadway che qui si cita non è a Manhattan. Non so se è capitato anche a te ma ci sono posti che hai frequentato anche solo per pochi giorni che ti restano inchiavardati nella memoria, agiscono affabulanti a distanza di tanti anni, si trasformano in mito ingombrante e congelano iper realisticamente ogni azione che tu abbia compiuto nei loro dintorni.
Se poi a cartellone ci furono ferite fatte quei posti non ti abbandonano più. E così un giornalaio greco dopo anni diventa argonauta, una caffetteria bianca sterilizzata ti avrebbe fornito bevande eleusine, un fiorista egiziano è figlio di Iside e una tabaccheria ti ha venduto, una volta che non eri da solo, sigarette che non sono mai esistite.

.5 Karystos in Eubea. Eccola. " .. Fece sorgere un vento tempestoso, s' innalzarono le sue onde, salirono fino al cielo, scesero negli abissi", ma qui non ci sono i "prodigi" talmudici del salmo 107 quelli che fecero ciacolare reb Jehudàh, perchè qui è Grecia di levante, è mare anche vero anche incazzato quando tira il nord est. La mia prima volta di Karystos fu con tempesta autunnale e vento che arrivava inferocito dai Dardanelli e se vuoi enfatizzare anche da Troia. Era la fine degli anni sessanta, allora il paesino era di poche case, pochi pescatori, contadini un po' di più e pastori tanti. Ci si ritorna solo perchè ci si ricorda come era e per le antiche amicizie. Quella volta al largo degli scogli di Mandili si perse il governo della barca, poi però un pietoso scarroccio saltuariamente controllato ci portò nel golfo, nella bonaccia di mare spazzata dalle raffiche. La fine di una fatica continua, della paura e le grosse olive con il formaggio fresco..

.6 Istanbul. Il ponte di Galata. É l' unico dei miei posti anche turisticamente celebrato qualcosa di banale come Burano, Portofino o Capri. Roba buona per viaggi di nozze di timidi impiegati. Se non ci sei mai stato/a te lo mostro in un'immagine mooooolto più vecchia di me. Negli anni mi ci trovai più di un centinaio di volte e la veduta del tempio scontato lassù e dei tanti minareti non valse mai quanto il guardare i pescatori forse di sgombri che dalla riva lanciavano e rilanciavano le loro esche puzzolenti. E questo perchè, mio/a caro/a, certe immagini valgono dal vivo mille volte meno che in cartolina o in un quadro se si è appena un po' ruskiniani anche senza saperlo.
A Galata l' odore dell' acqua stagnante è zuccheroso, però a Istanbul, da zona a zona, la stessa acqua manda odori diversi. Sul Bosforo, dove scorre, sente del blando salmastro del Mar Nero, ma a Scutari, sempre sul Bosforo, l' odore è tagliato dal legname vecchio di certe case e ti fa pensare ai cantieri di demolizione di antiche navi etcetc.
Lì avevo ogni volta un rapido appuntamento per lo scambio di alcuni documenti con una vera apparizione cinematografica d' altri tempi. Madame Schembri, allora quasi novantenne, arrivava con tacchi alti, collo di volpe e la sigaretta in un lungo bocchino, unica, agile e regale, ribalda e anche ironica. Fingeva di credere ai complimenti ammirati del trentenne che ero e mi porgeva la mano per il bacio per poi voltarsi e rigida, impettita tornare alle sue tante attività. Galata era magica per me: un film, un costante senso di insicurezza, pescatori di sgombri con apparizione fantastica di una signora turca d'altri tempi.

.7 Sulle spiagge di Maimoni quasi accanto agli scavi di Tharros.  Sia che tu ci capitassi con Achinoam Nini (Noa) sia che tu ci capitassi con Davide Riondino o Paolo Hendel il posto fu per tanti anni un' enclave toscana nella mezza Sardegna di ponente. Il quarzo rosa e bianco formato saila menta domina la spiaggia e i fondali mentre l' arenaria emerge nelle basse rive che, in sedicesimo, sognano d' esser falesia. Di Tharros, che forse conosci anche bene, te ne ho già parlato annoiandoti con la sua fisica, urbanistica vocazione a deludere di brutto chi si sente col dna "puro" per appartenenza unica, non bastardo mediterraneo quale invece è. Sai già della piccola città nuragica da dove in pochi metri scendi sul tofet punico, al tempio semitico, ai calidarium, frigidarium e tepidarium romani, alle tante case fenicie e alle poche case dei Vandali passati di Spagna, poi dal nord Africa, veleggiando e vogando, risaliti fin lì nel buco del culo del mondo e di troppi naufragi e imbastardimenti. Ma è di Maimoni ex periferia di Pontedera, val d'Arno che ti volevo parlare. Dei crostoni con i pomodori secchi, l'origano, il timo, le acciughe salate e il pecorino fresco. Del fatto che non c'è riparo per le barche e ci arrivi solo in auto, in bicicletta o a cavallo (a pelo). Della coppia di pirati di Pontedera (appunto) che scoprì quel paradiso, ci costruì un pozzo artesiano, una baracca con cento birre e la dura vernaccia di lì. Dei loro cani, gatti, conigli selvatici e dei loro clienti di tutto il mondo che andavano e vanno lì furtivi lontano da fans e da lussuosi natanti.


.8 Pitigliano. La piccola Gerusalemme che è sopra e questa è un cerchio che per me si chiude, di nuovo Tuskany ed etrusca come il primo posto, Populonia-Baratti, di nuovo pasquale (sai che mi riferisco alle vacanze per la pasqua cristiana) quasi sempre nell' anno in cui non attraverso il Midi e non vado a Saint Guilhem, ma anche d'estate quando dal mare di Maremma salgo per Capalbio, per Vulci, o con giro molto largo per Montefiascone e Bolsena fino alle tre città rifugio degli ebrei perseguitati dai papi nel '600, Sovana, Sorano e Pitigliano. Nelle piccole Sovana e Populonia come a Tharros e Saint-Guilhem, ma molto di più a Pitigliano tra i turisti che incontri i più vengono da molto lontano, anche dall' America, attirati dalle tante culture, miti o superstizioni del Mediterraneo che proprio in quei posti sono riassunte e catalogate nelle pietre dei muri, nelle necropoli, in ricette, vini e cucine, nei diversi luoghi di culto e nei dialetti bastardi.
Pitigliano in questo la fa da padrone perchè ha digerito tracce dell' età del bronzo, etruschi, romani, papi, Medici, Asburgo-Lorena ed ebrei dal '600 fino agli anni '30 fascisti. Ai primi del novecento il 2o% degli abitanti si dichiarava ebreo mentre nel '45 non ne erano rimasti più di una decina. Oggi puoi ritrovarci il tempio (e questo è l' interno) ricostruito come nel '700, il forno per il pane e i dolci, come gli sfratti, della tradizione ebraicale e per le azzime, il vino Kasher. E grazie soprattutto a una piccola signora ebrea sorridente, Elena Servi che è presidente dell’associazione Piccola Gerusalemme, trovi la memoria storica di una delle comunità più ingombranti per la storia dello stato pontificio e del fascismo, ma più intriganti per quella dei tanti "giusti" atei o cristiani che per salvar la vita a ebrei rischiarono la propria.
Pitigliano è uno dei miei posti quando mi va di stare per qualche giorno nella quiete sospesa su un passato accelerato e ingarbugliato, in armonia bevendo vino pesante e mangiando d' incanto.


E copiando il fortunato regolamento di un gioco che si è appena concluso sul cannocchio tu racconta i posti più importanti nella tua vita e invita cinque o sei vittime a fare altrettanto.
Comincio io passando il testimone ovviamente a Nocturama e Bluewitch perchè involontariamente mi hanno istigato, poi a sogniebisogni che stando in Indiana ha bisogno di evadere in qualche modo, a wobegon perchè il Minnesota non è poi molto diverso dall' Indiana anche se lì c'è il Norvegese Ignoto, a Barbara, perchè ex-cognata che so avere posti importanti per lei e a Vecuvia, pur non conoscendola immagino che di posti ne abbia un bel tot, ma quest' ultima forse non mi perdonerà questo tentativo di coinvolgimento in catena e non lo subirà.





permalink | inviato da il 28/1/2006 alle 18:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (39) | Versione per la stampa






















sfoglia     febbraio       


Ultimi post. Profilo di raccoon.
    Visto 1 di volte dal 4 ottobre 2004


RACCOON, caldarrostaro.
PHILIP-MAZZEI, Politica - Politcs.
CHAT, Gossip(z) & Chat(s).
AOL journals: HAYEDID

al Central Park adesso

RUBRICHE
Diario
cronache merovingie
Feste e anniversari
Mangia Fast prima che te lo freghino quelli di slow food
I venerdì asburgomarxisti
Humour e ennio flaiano di pelouche award
Sondaggi e mini poll
Sunday Coon Numeri arretrati
RIA raccoon intelligence agency
Lettere a una belly dancer
Comme te llaggiadicanuneccosa
If you dont want it posted dont let it happen.
Portorosa Hotel
lettere a qualcunaltra
GIOCHIdiBLOGGERZ
Non diffamare questo blog: non è una testa giornalistica.


Miss Liberty - adesso - direttamente da Brooklyn.
click qui! per ingrandire.
.



I miei video Youtube:


DISAGGREGATORE DI BLOG Platypus Blog con link personale arbitrario se ti intriga puoi metterlo anche tu con il link che ti garba di piu

DISAGGREGATORE DI BLOG Raccoon Blog con link personale arbitrario se ti intriga puoi metterlo anche tu con il link che ti garba di piu


Feed RSS di questo blog Reader Feed ATOM di questo blog Atom







My blog is worth
$ 40 082.34

una miseria dice il coon
How much is your blog worth?
quanto vale il tuo blog?
clicca qui!


     
.LINKS
» Thomas Jefferson
» NIAF
» U.S. Senator John McCain
» Eliot Spitzer NY State 2006
» Italian Commonwealth
» IAWA it-am writers
» Garrison Keillor
» Wall Street Journal
» Robert De Niro
» John Perry Barlow
» American Mason NY
» Walter Veltroni
» Philip Roth Society
» Libertà Eguale
» Bettie's measurements
» PHILIP MAZZEI
» CIA Gov.
» Mossad Gov
» James Ellroy's world
» world of warcraft
» Valerio Evangelisti
» Massimo D' Alema
» Cossiga
» TOM WAITS
» Indro Montanelli
» il foglio basta: Vernacoliere!
» humphreybogart
» Nick Tosches
» Freud Museum
» Diana Krall
» Gadda Studies
» Franz KAFKA Bio & Pics
» NASA ERC ccny cuny
» WINONA RIDER movies
» Vittorio Zucconi
» The W. H. Auden Society
» LM libMagazine
» Michel Serres
» Nietzsche poems
» Lin Pao poems
» CAI GUO-QIANG
» Internet archive
» MELOGRAMMI
» GOLEM
» Hara Kiri
» OVER THE HEDGE
     
-- Blogz --
cult & nepotismo:
  • Blog di Walter Veltroni
  • sogniebisogni (hipster)
  • bazarov (il nipote)
  • krillix (la nipote)
  • Gianky mago a Giava
  • Fedelico Lampini (L=R)
  • Attivissimo: no-bullshit
  • Francesco: Il Nardi
  • LYKAIOS, latitante
  • Aussie bastardo Scarfiotti

  •      
    North America
  • NYC bloggers map
  • PAJAMASMEDIA
  • wobegon: Mist County
  • sogniebisogni, Bloomington
         Indiana, revisionista
         froidiano fancaprista

  • BLUE RACCOON,
         Richmond, Virginia,
         Harry Kollatz, actor,
         writer, journalist.

  • brucaliffo Commonwealth
         of Pennsylvania JAP

  • Scott Esposito's Typepad
  • mariapia in Lower East
         Side, Suisse-IT-NYC

  • nyc.metblogs
  • Jessica, Vanessa, Ann,
         Samhita, Celina, Jen

  • chrisdiclerico professional
         amateur

  • anellidifumo Toronto
  • jewishatheist
  • Martin Fuchs (Bronx)
         photoblog

  • Maude Newton NYC
  • Raccoon Chronicle
        Sarah, Orange County
  • Jeremy Lipking
  • Armani Gin
        tunio
  • Jeremy Lipking
  • MIT PressLog
  •      
     
    5 FINTI ETNICISMI
    .1 Blog Parte-nopei
  • francesconardi: o' Nicce
        'e Palazzo a Spuntatore:
        "Uagliu', capimmece: o'
        polonio nun v'o' putite
        fuma'."

  • Alcestis (Nausicaa)
        Chilla do' Nicce.

  • giorgiodasebenico SOCIO
  • egine milanesenonanapoli
        CONSOCIO

  • pasqualedigennaro poeta
  • Studium (F) taglia 42
  • raissa puro wit
  • miele98 hun
  • ciromonacella ' munaciell'
  • La nonsolorossi
  • tantorumorepernulla
  • bloggerperfecto marzia
  • Il blog del pensatoio
  • Vulvia ora et labora
  • Saranno troppo famosi
  • ARONNE APAPISTA
  • Teresa
  • CuncettaMente, Concetta?
  • FRANCO CUOMO,
        interfaceworld


  • 2&3. Etruschi &
    liguri-provenzali
  • vecuvia la vulciana
        concittadina di Clooney

  • ERASMO Desiderius
  • INOZ buttero economista
  • revanche WALKA
         il ligure-provenzale

  • SECONDLIFE Nina
  • 1PS unaperfettastronza
         ma lo dice lei

  • venere belle immagini
  • pantoufle Maimoni
        Sinis in Toscana

  • Prof. Dago-bertis
        Psicopatologo
        dell'Università
        di Jena

  • Red.Cac. & Erasmo

  • .4&5 Sionismi, diaspore &C
  • LA esperimento di dialogo
  • brucaliffo the JAP
  • jewishatheist
        Former Orthodox

  • ilblogdibarbara ex-cognata
  • lilit Persia
  • nasigoreng south-east
  • liberaliperisraele news
  • ilpunto equilibrio
  • ilsignoredeglianelli
  • devarim sul monte
  •      
     
    Think Thank Roundtable
  • LE SPECCHIO poetico
  • bazardelleparole Gadda
         de' veneti

  • Marcoz il fine giustifica
        il me

  • topgonzo
  • ECO DI SIRENE
  • anniehall Valeria Paris
  • I ciechi con l' elefante
        ALBA in blogspot

  • nocturama'z new-blog
  • gialloenero the best
         gal noir noir

  • unafacciainprestito
         contiana dalemiana

  • NEFELI dal Tom Wait'z Bar
  • jacobandtheangel
        l' angelica Uzi

  • bluewitch blog oasi
  • serafico e sapiente
  • botteghecolorcannella
  • attentialcane
  • mangoroso buone recipes
  • muffin la gateau radical
  • aegaion neo Sarah
         Bernard animalista

  • IOESISTO un bagno
         a Is Arenas

  • massimocoppa un
         buon giornalografo

  • professionespia
  • senzafreni2 lavendetta
  • rikkMoCinema
  • Alice desaparecidos
  • EMMA Milano Valencia
  •      
    Trowels, Mazzini, Garibaldi & affini
  • clos e cinema cinema
  • sagredo in bicicletta
  • agiamo! Monica, l' arte.
        Lombarda per Sgarbi

  • Vittorio Sgarbi, artista
        della critica d' arte.

  • martinrua bro napulitano
  • lucabagatin hi Garibaldi!
  •      
    Politicanti in Politics
  • The DEMOCRATIC
        Party Blog

  • GOP BLOG
  • Gianni Vernetti
        Sottosegr. agli Esteri

  • VIAGGIO.. l'inizio di un ..
  • aldotorchiaro ALDUX
  • POVEROBUCHARIN
  • VALERIO PIERONI
  • ricordiamocene Jac
  • champion Milano
  • MARIAGRAZIA
         dalema&gadda

  • valmadlene (Lagavulin)
  • the right nation Sindaco
  • PA "... strada sbagliata
         per nobili motivi"

  • arsenico & Hi-Jack buono
  • baol Terrific!
  • quartieri (bassifondi)
  • vaicolmambo multi-blog
  • titollo
  • KILOMBO metablog
  • TOQUE-VILLE metablog
  •      

    Clicca sopra: vedi e ascolti
    Times Square adesso!

    SUNDAY COON MEMORABILI
    .1 USA: TURISTA SIENTA'AMME!
    guide
    ¿ N°1O Click? Dal Montana (aprile 2005)
    Impara tutto su Big Sky Country, lo Stato cinema-cinema che lega Presidenti e mangia carni piemontesi e toscane. In più impari l'arte.. E le migliori webcam dello Stato più bello d' America. Poi con St. Mary webcam puoi vedere dal vivo gli Elk (è il cervo americano) Click!

    ¿ N°7 dal Connecticut(febbraio 2005)
    Philip Roth stanato
    sul lago Waramaug. Foxwood il più grande Casino d'America e Pequote (non Mohicani) gli Indiani più ricchi di US Click!


    ¿ N°9 da South Dakota (marzo 2005)
    Da Eagle Butte a Mt Rushumore facendo gli indiani con Crazy Horse che è sosia di Marco Pannella Click!

    ¿ N°8 San Valentino 2005
    a Manhattan, ma tu senza belly-dancer.
    E Love potion secondo gli uomini medicina Soshone, Algonquin, Mowak, Cherokee, e Passamaquoddy: La Filipendula rubra o Queen of the prairie che in più è anche meglio di Viagra. Click!

    ¿ N°14 dall' Oregon (settembre 2005)
    l' unico stato con bandiera double face - Marcello Pera vince sulla Mora - e che ha sindaci marxisti Click!

    ¿ N°15 dal Minnesota
    numero ridotto. Ma conoscerai lo sheriffo di Mist County e le prese per il culo di Garrison Keillor. Click!

    ¿ Breve supplemento da Wyoming
    Wind River County, alci & shoshones & arapaho. E se sei anticaccia stai contro gli indiani. Click!
    .2 SUPPLEMENTO GRANDE CINEMA:
    (recensioni)
    . In assoluto i due migliori film di Natale della storia del cinema: volendo bene a un raccoon in tutte le lingue del mondo financo nel cerchio della morte.

    . Maialate all' ordre du jour: sesso e "Pussy for dummies".

    Omaggio e dritte su Artie J. Mitchell e il suo "The Grafenberg Spot" del 1985 e a Michael Beckerman (Michael L. Raso da Jersey City NJ) presidente dell' ei Independent Cinema. Poi apoteosi per Vicky Vickers , aka Raven, porno diva preferita dai coon.




    . "Il Caymano" ovvero Affida una lacrima al vento (2004)

    L' esordiente (in italo belga nato in sud Tirolo, grande attesa tra le voci antiche della canzone dell' emigrazione. Con echi di Mino Guerrini: "Riuscirà l'avvocato Franco Benenato a sconfiggere il suo acerrimo nemico il pretore Ciccio De Ingras?" del 1971).




    . Le donne e la Famiglia nel festival di Joskinville 2006: Le Marie Antoinette e le dolci nipoti Sissi delle M.me Bovary



    . Silent Movie 1976 e la campagna elettorale 2006. Would you mind dancing with a mild-mannered pervert?

    .3 SUPPLEMENTI COOLTURA ALTA:
    Data under construction
         


    "Ci dovrebbe essere un
     Lower East Side nella
     vita di ognuno di noi
    "
    Irving Berlin
    ***

    "... di quel lower east side 1910 che non fosse segnato...
    il rettangolo compreso fra la Bowery, East 4th Street, Second Avenue e East 3rd Street contava quattro saloon, cinque caffè, due club, tre teatri .....
    America e Germania e Irlanda e Italia e Russia e Cina, protestanti e cattolici e ebrei e confuciani, inglese e yiddish e tedesco e italiano e cantonese ...
    dove per tanti anni aveva abitato il poeta W.H. Auden e nell' immaginarlo ciabattare - i piedi doloranti nelle grosse pantofole - attraverso le stanze ingombre di libri del suo appartamento, preso dalla stesura del libretto per il Rake' Progress di Stravinskij , o navigare britannicamente distaccato - la faccia rugosa, ogni linea un verso - nella psichedelica confusione degli anni sessanta , in quello che per lui era sempre stato il "Lower East Side" e mai l'"East Village"; e poi nello scoprire che , nel 1917, nel seminterrato dello stesso edificio, c'erano stati gli uffici del "Novy Mir", pubblicato a New York da tre esuli di nome Nicholaj Bucharin, Alexandra Kollontaj e Leone Trotskij, e nell' immaginarmi il fervore di vita politica cinque gradini sotto il livello della strada, l'entusiasmo irrefrenabile alle prima notizie dei moti rivoluzionari..."

    da Mario Maffi
    NEW YORK,
    L' isola tra le colline

    Feltrinelli 2003
         
         


    A coonz' Anthem:

    ¿UN CLICK PER ASCOLTARLO!

    ***

    "... Well the smart money's on Harlow and the moon is in the street
    And the shadow boys are breaking all the laws
    And you're east of East Saint Louis and the wind is making speeches
    And the rain sounds like a round of applause
    And Napoleon is weeping in a carnival saloon
    His invisible fiancee's in the mirror
    And the band is going home, it's raining hammers, it's raining nails
    And it's true there's nothing left for him down here

    And it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time

    And they all pretend they're orphans and their memory's like a train
    You can see it getting smaller as it pulls away
    And the things you can't remember tell the things you can't forget
    That history puts a saint in every dream

    Well she said she'd stick around until the bandages came off
    But these mama's boys just don't know when to quit
    And Mathilda asks the sailors "Are those dreams or are those prayers?"
    So close your eyes, son, and this won't hurt a bit

    Oh it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time

    Well things are pretty lousy for a calendar girl
    The boys just dive right off the cars and splash into the street
    And when they're on a roll she pulls a razor from her boot
    And a thousand pigeons fall around her feet

    So put a candle in the window and a kiss upon his lips
    As the dish outside the window fills with rain
    Just like a stranger with the weeds in your heart
    And pay the fiddler off 'til I come back again

    Oh it's time time time, and it's time time time
    And it's time time time that you love
    And it's time time time
    And it's time time time, and it's time time time ...


    Time, Tom Waits:

    UN CLICK PER ASCOLTARLO!

         
    .
    Winona Rider















    philipmazzei.ilcannocchiale.it:
    Users online

    chat.ilcannocchiale.it:
    Users online