Blog: http://raccoon.ilcannocchiale.it

Sunday coon cooltura. Beckett e Partito Democratico. Waitz ci delude. Prove di Pravo&Conte "Possiamo andare?"

Trimestrale di Cooltura

Reviewz, Critical Essays, Horses & Politics.  Year I, N. 4. Oct Nov Dec 2006    
Quotes of the Month: "Quando tu smetti di lavorare e riapri il tuo blog vedi di arredarlo come fosse un tinello marron, fallo che piaccia al curatore fallimentare e all' austriaca quasi fosse un Mocambo laggiù tutto in fior".
Il cugino cowboy e part-time bounty killer del Soppy coon.

"Neither to and fro in shadow from inner to outer shadow from impenetrable self to impenetrable self by way of neither" così comincia Neither, 1977.
Poesia per musica in 87 parole di Samuel Beckett.

UN QUASI-MANIFESTO PRIVATO
PROVE TECNICHE DI IRRILEVANZA


Attaccati a antichi tram tra distinguo, rievocazioni, ricchi premi e cotillons.

In vettura: (* al .3) Macaluso, Salvi, Angius, Stefania Craxi (però non c' è il furbo De Michelis), tutte le Internazionali fondate dopo il 1950 perchè quelle prima.. sai che "i morti non mordono" ndRLS, Giuseppe detto Peppino il Caldarola insieme ad altri post (?) ex (?) dalemiani nottivaghi, il partito che rifonda in concorrenza con il plio-comunista: i 2 insieme in continua tram-sizione verso il nulla, tutti questi e un tot di altri illuminati sulla via di saloni damascati quando non proprio di Damasco e della salvazione di propri posti.

***
SBAGLIANDO DA PROFESSIONISTI
.1 (non sul tramway) Prima le prove serie:
Carmè ascolta le oramai antiche prove di registrazione. Patty Pravo con il piano, la tosse, le battute e il "possiamo andare?" di Paolo Conte

CLICCANDO QUI (però alza il volume).

Sono un’attrice
Stammi a guardare non ti stancare.
Dammi un aggancio
Una trama qualunque e ti faccio vedere.
Mille sorrisi e tutti diversi
E tu scegline uno.
Ti potra’ servire –
Spaccami il cuore - ti potra’ servire

E’ un vecchio trucco illusionismo
Roba da varieta’.
Ma gli occhi poi s’incontrano
E vedrai quando il gioco poi passera’ a me.
Bella da dire e da tentare e non da offrire
Bella da dire e da gridare spaccami il cuore
Io ci sono e non ci sono
Spaccami il cuore e se mi vedi – fotografa.

E un vecchio trucco illusionismo
Roba da varieta’.
Ma gli occhi poi s’incontrano
E vedrai quando il gioco poi passera’ a me
Spaccami il cuore ridi e sorridi
Spaccami il cuore
Non ascoltare - grandi e teatrali Le mie parole
Segui un pensiero - dolce e feroce - con me
Stella del dubbio - stammi vicino - spaccami il cuore

Scrolla per tutto il testo. Poi se vuoi risentirti le prove clicchi qui   

***

MUSICA
.2 Tom, temporaneamente, si attacca al tram.

Orfani di Tom Waits. la tripletta tanto attesa e appena ascoltata - tutta - è r-i-p-e-t-i-t-i-v-a, poche cose nuove e anche quelle si ripetono. Clone, clone di se stesso nei 3 CD di Orphans ti riporta alla Dalia Nera e alla mamma santificata dell' inconsolabile orfano James Ellroy. Canzoni attaccabrighe, piagnone e bastarde - così sono smembrate nei singoli CD - ma tu, che come Tom sei pro Lee Marvin fan club, le hai già sentite tutte, anche le inedite. Anticipi quasi ogni nota e i mugugni ad effetto. Potrebbero godersele i neo-fan(s), ma se sparate a campionario deludono mancando cloni delle sue importanti (sono nel mio player Stickam sulla destra).
Eppure qui in quel tal post (click!) si coltivava l' erba delle aspettative.


***

POLITICS & HOMESICKNESS (*)
.3 i viaggiatori muniti di biglietto scaduto nel 1989.

(Gli anti-partito democratico che simulano dubbi proprio del caxxo)

L' unica perdonabile è l' inconsolabile figlia. Spesso i figli per i genitori sono così e sono quasi sicuro che a babbo morto anche mia figlia lo sarà. Gli altri (*) sono imperdonabili, il perchè te lo spiegò quell' Evgeny 1 Mazzeivich 2 Bazarov preferito. Nessuna pietà per i butcher(s) arricchiti che après le 1948 s' accattavano titoli ... - mi dia sei braci(u)ole cara la mia marchesa - e chiusura totale verso quel padre nonno o pro-prozio (non) nobile che se si guarda dietro le spalle non distingue macerie "sua" da quelle del vicino (ndWB).
Domenica, 13 e 13' (*) me li sono immaginati insieme ai tram-vati seduti a destra: affetti da postumi democristiani, leghisti, storaciani e forza nuovisti. Tutti uniti a far tifo per un ictus che non c' è stato. Un Berlusconi che invita "..le forze della Cdl a fondersi in un unico partito.." è IL nemico della congrega nostalgia di dest-sinist, ma è l' "ALTRO" augurato da chi vuole il Partito Democratico Italiano. E - quando ce vuò ce vuò - stavolta, non di cuore ma di testa, questo pata-zine augura lunga vita al sig. Silvio Berlusconi avversario.

.3b Esteri asanisimasa cheghebe. Che i russi ammazzino non è una novità, dire che si ammazzano tra di loro è scontato e banale. Il vicino di casa del troisième étage che è un reazionario imbecille e xenofobo in questi casi dice che "ce l' hanno nel sangue"; quelli dell' effessebi ex cheghebe, che sono reazionari imbecilli e xenofobi più del vicino e infinitamente più potenti e professionali di lui, il tipo è ricco in pensione dopo un' onesta vita da erede nullafacente, in questi casi dicono "No! Noi non siam' stati". Ultimamente abbiamo saputo della giornalista e dell' ex-agente, ma non degli altri, meno noti di quel paradiso postsovietland, che ci han lasciato la pelle.
Altri blog inutilmente indignati ci speculano per dodici visite in più, LUI fa meglio perchè finge di giocarci su, da asa nisi masa fai finta anche tu perchè, mentre l' indignazione lascia il tempo che trova, con qualche acido urico in più, il gioco può far male davvero.
Nota per PuTìn former KGB. Asanisimasa, segni di rinoscimento: viene meglio di tre quarti, suggerisce la terza dimensione e se ci si mette pure la quarta, è antisovietland nonchè pessimo elemento ma non della tavola di Mendeleev. (Balchoïe spassibo per quei 20milioni tavarisc. Do skorovo).



***

LIBRI
.4 Se hot&cool non c'è vai sui classici del '900.


Se non è estate qui si legge poco hard boiled e non c'è trippa da consigliare, "ma su non mi tenere il broncio non farmi quelli occhi furibondi.." - Salvatore Adamo, chanteur de chevet di Nanni Moretti, liriche e canzonette, opera omnia - "..e si l'avrai la tua rivincita".. con 2 classici del '900:
.Se Einaudi e anche Ellroy - ma pagato per farlo - prendono tanto sul serio Edward Bunker e pubblicano nel 2006 il suo "misterioso" "Stark" (in Amazon non c'è, quale sarà il titolo originale carissima Angolonero?). E per inciso, io che son tossico di Leonard, Cook, Landsdale, Gifford, Jenny Siler etc. Bunker non lo sopporto..
.Se in Italia ti spacciano come classici del '900 libri e autori che non frequenterei nemmeno in lunga solitaria degenza ospedaliera tipo "il pendolo - non di Michel ma - di F." dell' alessandrino-padano.
.Se poi mi spieghi che non sono solo classici quelli per esempio in carta strana che odora di frumento, un cervo tra le felci e l' abete sullo sfondo, del 1° volume della collana SKM narratori nordici, Thomas Mann, Disordine e Dolore precoce più Cane e Padrone, 1a ed, unica traduzione autorizzata, versione di Lavinia Mazzucchetti.
.Ma allora non ti incazzare quando sbatto tra i "miei" classici d' avventura, storico wowfantasiosa Valerio Evangelisti, inventore di inquisitori, cronista psicoanalista di mafiosi nei sindacati americani, storiografo del noir nelle Rivoluzioni mexicane ecc. ecc. Valerio in questi giorni ha pubblicato (Einaudi) "Il collare spezzato" che segue "Il collare di fuoco" e parte dal tramonto della dittatura di Porfirio Diaz .. leggiti tutto cliccando qui. Compra il romanzo. Ti piacerà.

.Classico per indiscutibilmente classico ti regalo un suggerimento sull' anti-classico moltiplicantesi: Su questo numero del Sunday coon cooltura aleggia lo spirito irlandese ma pentito sulla Loire di Samuel Beckett, hai visto su e vedrai dopo. Molto probabilmente tu che sei giovane hai letto la traduzione italiana dall' inglese di "Murphy" e dal francese di "Molloy", "Malone Dies" e "The Unnamable". I traduttori mischiano un po' le carte ma non quanto Beckett che traducendo in francese Murphy e in inglese "Molloy", "Malone Dies" e "The Unnamable" che aveva scritto in francese cambiò alla grande i suoi romanzi. Concludendo se leggi gli originali e le traduzioni fatte dall' autore hai 8 romanzi diversi da leggere, più le 4 versioni in italiano e siamo (quasi) a 12, con l' Evangelisti siamo a 13.. visto che Salvatore Adamo-Moretti aveva ragione?



***

CINEMA-TV-ARTE
(il miglior Altman lo trovi cliccando sogniebisogni)
.5 Cinèmi keaton-beckettiani con cattivo nipote TV.


Sotto c'è l' occhio sinistro di Buster Keaton mentre apre 'Silent' Movie
di Samuel Beckett (1965).

Sopra uno dei dieci occhi di Tony Oursler in "Mirror Maze Dead Eyes Live, 2003. Vidéo sonore sur 10 sphères en résine".

Te lo si minacciava il 14 di novembre proprio qui parlando di Casebere. Ora un primo occhio di Tony Oursler ce l' hai. Attenzione a Beckett invece: Mai e poi mai dovrai confondere l' occhio sinistro di Buster Keaton con uno dei due di Marty Feldman nel Silent Movie che è di Mel Brooks (1976) perchè pur guardando tutti allo stesso target se la trastullano in modalità profondamente diverse.

Tony Oursler ti cancella ogni pena-sedia-a-dondolo-beckettiana (foto giù): stender veli oscuranti di pietà sugli specchi perchè non ti rispecchiano; tappar buchi in parete perchè le nullità curiose che ti vivono accanto non sappiano nulla del nulla che sei e strappar ogni tua foto-e-traccia perchè un erede - che in realtà non esiste - non possa impadronirsi di tuoi ricordi togliendoli alla discarica e relativo rogo controllato di rifiuti cui sarebbero destinati. TV, telecamera, computer e proiettore di Tony sanno come "salvarti" nel senso di "save the file as..". Poi, ma solo se l' artista che è in lui lo vuole, Tony può donarti un attimo da protagonista: entrando nei suoi labirinti talvolta ti vedi proiettato, rimpicciolito ma pur sempre in TV, in uno degli occhi o sui pupazzetti che gli procurano soldi. Piccolo guardati, sei in onda! E a una "vernice" è meglio che sotto la webcam di Fridays. Esisti, hai cultura. Fai ciao ciao con la manina!

NOTE. .1 Su Tony Oursler. Se vuoi qualcosa di serio vai sul suo sito, se vuoi altre immagini delle sue cose clicca qui su Google e le vedrai.

.2 Samuel Beckett, Silent Movie con Buster Keaton puoi vederlo qui cliccando su YouTube ma è un file *.swf a medio bassa risoluzione, se invece vuoi averlo in *.mpg il Sunday coon te lo mette a disposizione cliccando qui o sulla foto del Buster Keaton a dondolo giù: nel secondo caso sono 175 mega e se hai cattiva connessione l' attesa sarà lunga, ma avrai pur sempre la soddisfazione di vedertelo anche in TV o di grabbarci immagini a buona risoluzione per farci su porcherie con photoshop o fireworks.


Silent Movie. Di Samuel Beckett 1965. No© immagini grabbate dal coon.

Info di copyright: tutti gli artwork(s) © fruibili in questo numero sono ospitati su server e/o domini USA di coonz' nation e corrispondono ai requisiti richiesti da US Code Title 17 which allows "non-commercial reproduction and display of art work within fair-use guidlines". Ma per un po' basta roba basta post.

Premio con giro di danza finale
..hyacinth wild on my shoulder, My mouth on the dew of your thighs..
Carmè se Tom ha deluso anche te Leonard Ashavero Coen ci consola:
Take this waltz!

Now in Vienna there's ten pretty women
There's a shoulder where Death comes to cry
There's a lobby with nine hundred windows
There's a tree where the doves go to die
There's a piece that was torn from the morning
And it hangs in the Gallery of Frost
Ay, Ay, Ay, Ay

Take this waltz, take this waltz
Take this waltz with the clamp on its jaws

Oh I want you, I want you, I want you
On a chair with a dead magazine
In the cave at the tip of the lily
In some hallways where love's never been
On a bed where the moon has been sweating
In a cry filled with footsteps and sand
Ay, Ay, Ay, Ay
Take this waltz, take this waltz
Take its broken waist in your hand

This waltz, this waltz, this waltz, this waltz
With its very own breath of brandy and
Death Dragging its tail in the sea

There's a concert hall in Vienna
Where your mouth had a thousand reviews
There's a bar where the boys have stopped talking
They've been sentenced to death by the blues
Ah, but who is it climbs to your picture
With a garland of freshly cut tears?
Ay, Ay, Ay, Ay
Take this waltz, take this waltz
Take this waltz it's been dying for years

There's an attic where children are playing
Where I've got to lie down with you soon
In a dream of Hungarian lanterns
In the mist of some sweet afternoon
And I'll see what you've chained to your sorrow
All your sheep and your lilies of snow
Ay, Ay, Ay, Ay
Take this waltz, take this waltz
With its "I'll never forget you, you know!"

This waltz, this waltz, this waltz, this waltz ...

And I'll dance with you in Vienna
I'll be wearing a river's disguise
The hyacinth wild on my shoulder,
My mouth on the dew of your thighs
And I'll bury my soul in a scrapbook,
With the photographs there, and the moss
And I'll yield to the flood of your beauty
My cheap violin and my cross
And you'll carry me down on your dancing
To the pools that you lift on your wrist
Oh my love, Oh my love
Take this waltz, take this waltz
It's yours now. It's all that there is.


Take this waltz!

Pubblicato il 28/11/2006 alle 3.16 nella rubrica Sunday Coon Numeri arretrati.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web