Blog: http://raccoon.ilcannocchiale.it

Sunday coon Cooltura. Numero per il capodanno. Maialate d' anno: una catena. Antonto. Finlandia.

Gung Hay Fat Choy!
Happy Year of the Pig!

Reviewz, Critical Essays, Horses & Politics.  Year II, N. 5. Jan Feb Mar 2007   
edizione straordinariamente non kasher
In questo numero 5. L' Anno cinese del Porco . Masquerade e Carnevale. Apologia del Maiale: l' ultimo gioco a catena di Sogniebisogni. Antonto. Carnival Of Rust. Maialate punto 'G'.


Tonight So Lovely. Courtesy Cai Studio, New York © Cai Guo-Qiang

Non so se è capitato anche a te ma da quando lavoro e passo molto tempo online - da 11 anni mi capita - mi sento ogni giorno un po' più americano, cinese e indiano, contemporaneamente. La cosa strana è che mi succede anche se viaggio molto meno di un tempo. Sarà che la Bergamo Bassa del Calderoli, l' Afragola del Bassolino ma anche la Venezia del Cacciari e l' Europa di Chirac mi vanno un po' strette? O sarà il fatto che invecchio? («..e male?» dici tu).

Sia come sia Gung Hay Fat Choy! Che essendo di "Fiamma" tanti voglion dorato, giusto un filino meno per me solo perchè son nato Scimmia e "Legno". Rifletti poi sul fatto che quest' anno i 10 giorni del capodanno cinese comprendono La fête de Mardi Gras. Wow!

cliccando sul quadro c' è Youtube: Poets of The Fall - Carnival Of Rust

Masquerade. American realism. John Koch.1909 - 1979.

***
Sogniebisogni è un Porco!
E qui c'è la sua nuova catena (gioco di blogger)

Io gioco "Apologia del Maiale" di sogniebisogni.

(Lui è un porco non perchè fino al 2006 si sia esibito in docenze tra le stesse mura - Indiana University - dove nel '47 nacque quell' 'uiched' Institute for Sex Research di Alfred Kinsey. Anche se dando retta ai redneck(z) bianchi, religiosi e morali del Sud - dove de vez em quando ci si scopa nonnina também - IUB è sinônimo di perdizione dal 1948 quando vi si pubblicò il "Sexual Behavior in the Human Male" ma principalmente dal 1953 con il "Sexual Behavior in the Human Female". Però Sogniebisogni è Porco solo perchè è nato nel 1971. Lui accetta la cosa visto che sia Mao Tse Dung 'mou dzu-d ng' che Chiang Kai-shek si convinsero)

Qui si comincia: da Kinsey a Grafenberg Spot è un passo breve e per di più ti parlo anche di cinema:

Apologia del Maiale, quello che non legge manuali scritti per porcastri middle class: Ernest Gräfenberg, anche un po' tanto incazzato, spiegò che il G-spot non era niente di particolare por excitar sexualmente mujeres. Niente di più o di meno di tanti, tanti altri posti sul corpo della donna. Niente a che fare con la clit e, ma molto meno, con le nipples. Però l' idea - eccerto si sa il perchè - piaceva ai bifolchi, agli editori dei vari "Pussy for dummies", alle redazioni d' estate ma perchè c' è proprio troppo poca trippa per i gatti, al popolino più problematico e - al dunque - ai registi Hardcore:

Nel 1985 Artie J. Mitchell era reduce di 'Flesh Factory' '70, 'Ramapging Nurses' e 'La Vendetta del Rabbino' entrambi del '71, del decisivo 'Inside Marilyn Chambers' e di 'Sodoma e Gomorra' del '75 ecc ecc fino ai 'Beyond De Sade' e 'Never a Tender Moment' del '79. Sapeva di non aver più nulla di dire o da fare per i segaioli con urgenze culturali. Ecco che allora - siamo nell' anno del Toro - rispolvera l' analmente molto provata Traci Lords la fa esperta di spot(s), aggrega la finta ninfetta Ginger Lynn (nella foto sopra) e l' irsuto - cazzuto Harry Reems (aka Herb Streecher, Bob Walters, Charles Lamont, Bruce Gilchrist, Tim Long ecc) e scopre il mitico punto G: "The Grafenberg Spot", Adult, Drama e se ne hai voglia vediti in IMDB tutti i suoi Plot Keywords (sperando che i genitori abbiano settato programmi di tutela perchè IMDB è il sito online di cinema più consultato eppoi i minori al PC non vanno lasciati soli).

Concludendo questo punto 1 che ha regalato al tipo Maiale d' oro il sublime disprezzo per tanti sudaticci (anche post - froidiani) maiali di ceto medio è doveroso ricordare - giusto per non criminalizzare troppo Artie Mitchell - che The Grafenberg Spot è il primo 'lungo' con scene di acrobatica oralità subacquea (e la cosa potrà piacere a Gianfranco Fini) e che nel film si sinergizza l' agnizione fasulla del G spot con abbondanti Golden Shower(z). E questo è tutto.

.2 Però l' Apologia del Maiale del Sunday Coon Cooltura, che solo per questa volta occupa spazi del supplemento cinema, è dedicata a due personaggi un po' porci, per una riabilitazione e per una doverosa segnalazione: Nella foto forse avrai riconosciuto la saaarcastica Vicky Vickers aka Nelly Vickers aka Rachel Vickers aka Raven e aka Nellie Marie Vickers. L' attrice, ben nata lo stesso giorno del coon, ma mooolti anni dopo, ha segnato la storia dell' hardcore americano che, longilinea e poco procace come piace oggi agli stilisti gay, ha attraversato a passi felpati quasi sempre in secondo piano. Tra l' altro fregata proprio dai cinque film da attrice protagonista -e dominante tramite sesso- perchè furono stanche cretinate del vecchio rintronato regista Henri Pachard (b. Kansas City Missouri '39) ossessionato dall' incesto. Vicky te la segnalo soprattutto sia in 'La Chatte' con Rocco Siffredi che in 'Party Doll A Go Go 2' con Peter North oramai nel '91 perchè te tu oh Maiale o Maiala d' oro te la immagini in un film di François Roland Truffaut.

.2b La segnalazione che è proprio dovuta (per nepotismo e parentele in New Jersey della redazione): Michael Beckerman, che in realtà è Michael L. Raso da Jersey City NJ, è Producer, Writer, Actor, Director e Editor in TV e in tanti importanti film horror / hardcore di serie B alla critica però di seria A al noleggio.
Michael Raso è presidente dell' ei Independent Cinema, quelli che stanno dietro a Shock-O-Rama, Seduction Cinema e a Retro Seduction. Perciò nell' anno Ammaialato d' oro Michael può fornirti stimoli rigorosamente per tutti i generi e per tutti i gusti dalla sua serie Misty Mundae anche interpretati da quell' altra bella attrice sarcastica quasi quanto Vicky - e come lei con tante potenzialità - che risponde al nome di Erin Brown. FINE DELLA GIOCATA!

***

RUBRICHE BREVI

.1 La telefonata di Billy the coon

cugino calvinista cowboy e bounty-killer part-time di soppy coon

"Scusa ma tu che conosci i cattolici italiani me la spieghi una cosa?: Perchè i Papi e i Vescovi invece di parlar tanto in TV a favore di matrimonio e famiglia non se ne fanno una loro?"

***

.2 Antonto. Dal blogging napulitano il
più grosso fatto del Cannocchio blog:

Sarannotroppofamosi, che è la coppia Nick & Name etero di razza bianca (però meridionale) da poco arrivata sul cannocchio, in quanto a inventiva ha stracciato l' adinolfismo con tutte le sue melense classifiche autoreferenti per un centinaio di sempre-soliti.
Hanno dato vita ad Antonto! "E chi sarà mai?" chiedi tu. Bene Antonto è il primo blog a login pubblica dove chiunque può postare per creare nel dettaglio questo gran Golem partenopeo e alla sua crescita può partecipare anche chi non ha blog suo! È un rischio, è cosa difficile da gestire ma che non spaventa gli iperborei Nick & Name, sarà una cosa grande: un quasi infinito babà!

***

Clicca qui e Youtube vedi il rock finnico Carnival Of Rust

D' you breath the name of your saviour in your hour of need,
n' taste the blame if the flavor should remind you of greed,
Of implication, insinuation and ill will, till' you cannot lie still,
In all this turmoil, before red cape and foil closing in for a kill

Come feed the rain
Cos I'm thirsty for your love dancing underneath the skies of lust

Yeah feed the rain
Cos without your love my life ain't nothing but this carnival of rust
It's all a game, avoiding failure, when true colors will bleed
All in the name of misbehavior and the things we don't need
I lust for after no disaster can touch us anymore
And more than ever, I hope to never fall, where enough is not the same it was before
Come feed the rain...
Don't walk away, don't walk away, oh, when the world is burning
Don't walk away, don't walk away, oh, when the heart is yearning

Ma chi ha poca banda clicchi giù per il solo mp3!

Gung Hay Fat Choy!
E buon Mardi Gras


Pubblicato il 19/2/2007 alle 1.28 nella rubrica Sunday Coon Numeri arretrati.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web